The Holy See
back up
Search
riga

DISCORSO DI GIOVANNI PAOLO II
AI PARTECIPANTI AL CORSO INTENSIVO PER EDUCATORI
ALLA PROCREAZIONE RESPONSABILE PROMOSSO
DALL
’UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL SACRO CUORE

Giovedì, 4 novembre 1993

 

Cari amici,

1. Sono lieto di accogliere i partecipanti al corso organizzato dal Centro per gli Studi e per la Ricerca sulla Regolazione Naturale della Fertilità che è attualmente attivo presso il Policlinico Gemelli. Rivolgo un saluto particolare al vostro Direttore Dottoressa Anna Cappella.

Conosco bene e apprezzo i contributi del Centro. Dal 1976 il suo lavoro è stato costante e prezioso, in particolare per quanto riguarda la formazione di educatori esperti, nel settore della procreazione responsabile, per il lavoro pastorale a livello diocesano. Dopo aver riunito insegnanti provenienti da tutta Italia per un corso di aggiornamento, il Centro si è dedicato recentemente alla formazione di nuovi educatori provenienti dall’Africa e dall’Europa. Questa opera educativa è uno dei modi migliori per commemorare il XXV anniversario della Lettera Enciclica Humanae vitae e per prepararsi all’Anno Internazionale della Famiglia.

2. Dalla pubblicazione di quella Enciclica, la Chiesa ha riscontrato con soddisfazione il crescente successo dei metodi di regolazione naturale familiare che rispettano “una onesta regolazione della procreazione umana” (Humanae vitae, 24). Papa Paolo VI espresse la speranza che uomini e donne di scienza riuscissero a individuare una base sicura e al tempo stesso morale per la regolazione delle nascite. Sostenuta dalla scienza, l’esperienza ha confermato il valore educativo della pianificazione familiare naturale che contribuisce a una visione integrata della sessualità, del matrimonio e della procreazione responsabile.

Seguendo fedelmente e fiduciosamente l’insegnamento della Chiesa, il Centro ha formato persone che potessero istruire altri non solo riguardo alle tecniche ma anche allo spirito – le motivazioni antropologiche e morali – su cui si fondano i “metodi naturali”, e cioè a un’apertura verso la vita e alla promozione della dignità del matrimonio e della famiglia. L’importanza degli educatori in tutte le opere educative e apostoliche è decisiva. In questo campo ciò è ancor più vero per la delicatezza del compito e per i valori in questione.

3. Vi auguro pieno successo presso la gente da cui provenite, aiutati dalle chiese locali che vi hanno inviato. Desidero che i responsabili per la vita civile e per la sanità e tutti coloro che si occupano del benessere della famiglia prestino maggiore attenzione al vostro insegnamento.

Inoltre, è per me un grande piacere notare che fra voi vi sono medici e operatori sanitari che si pongono al servizio delle famiglie. A voi e ai vostri colleghi desidero ribadire l’importanza di ciò che avete imparato in questi giorni e che ora potete trasmettere ad altri: la giusta comprensione dei metodi naturali di procreazione responsabile.

Su tutti voi invoco le abbondanti benedizioni di Dio Onnipotente.

 

© Copyright 1993 - Libreria Editrice Vaticana

 

top