The Holy See
back up
Search
riga

DISCORSO DI GIOVANNI PAOLO II
AL TERMINE DELLA RECITA DEL SANTO ROSARIO

Sabato, 3 dicembre 1994

 

“Alma Redemptoris Mater”: così cantiamo durante tutto il periodo natalizio e questa antifona risuona specialmente durante l’Avvento. “Alma Redemptoris Mater . . .”.

Auguro a tutti i partecipanti a questa preghiera mariana, il primo sabato di questo mese di dicembre, che il periodo dell’Avvento sia molto fruttuoso, per ciascuno e per tutti.

Saluto tutti i presenti individualmente, personalmente, e poi anche alcuni gruppi: il gruppo di ragazzi dalla Spagna e dall’America Latina appartenenti al movimento “Regnum Christi”; la parrocchia S. Giacomo maggiore apostolo, in Civitella San Paolo, Roma; i pellegrini della diocesi di Faenza; bambine e pellegrini della Casa della Carità “Villa Condoleo in Scandale”. Questo gruppo è il più numeroso. E poi ci sono i Legionari di Cristo. Vi auguro una buona domenica, la seconda dell’Avvento.

Ringrazio i Signori Cardinali, Vescovi e sacerdoti della Curia che hanno partecipato alla preghiera del Santo Rosario.

Prepariamoci al Santo Natale. A tutti vorrei già oggi offrire l’augurio di buon Natale.

 

© Copyright 1994 -  Libreria Editrice Vaticana

 

top