The Holy See
back up
Search
riga

VISITA PASTORALE A CATANIA E SIRACUSA

DISCORSO DI GIOVANNI PAOLO II
AI GIOVANI DI CATANIA

Davanti al Palazzo Arcivescovile (Catania) - Venerdì, 4 novembre 1994

 

Voglio ringraziare cordialmente per questi auguri, del vostro Arcivescovo e di voi tutti. Mi trovo molto volentieri a Catania, con grande riconoscenza per l’invito, e grato alla Provvidenza, che mi ha dato la possibilità di essere qui. Ed essere qui, anzi, proprio nella sera del mio giorno onomastico, nella festa di San Carlo. Non è stata l’intera giornata di San Carlo, sono le ultime ore. Arrivo così a Catania come operaio dell’ultima ora! Ma è sempre qualcosa . . .

Quando si parla di San Carlo, si pensa a Milano., Ci troviamo allora un po’ tra il Nord e il Sud. Questi auguri vanno dunque anche verso il Nord. Speriamo che San Carlo ci aiuti a risolvere i tipici problemi, le difficoltà che esistono tra il Nord e il Sud, in Italia e nel mondo. Cosa debbo chiedere ancora alla Madonna?

È chiaro che tutti noi . . . “giovani” (anche io sono meno giovane . . . ma sempre lo sono un po’ . . . San Carlo aveva 22 anni quando è diventato Cardinale e 46 quando è morto . . . io sono già a 74: allora un po’ meno giovane . . .). Ecco, dicevo che San Carlo era più giovane di me, ma io cerco di rimanere giovane intrattenendomi con i giovani, come quest’oggi, ma non solamente oggi. Sono previsti altri incontri, e poi c’è il grande incontro di Manila, l’incontro mondiale dei giovani. Non so se avete già i biglietti... allora io penso che noi giovani (ho spiegato perché anch’io sono giovane), dobbiamo chiedere alla Madonna, alla vostra Madonna di Catania, un buon “indirizzo”: “Madonna del Buon Indirizzo!”. Questo auguro a me e a voi tutti.

E con questo vi saluto e vi auguro anche un buon riposo, una buona preparazione alla festa di domani.

 

© Copyright 1994 -  Libreria Editrice Vaticana

 

top