The Holy See
back up
Search
riga

MESSAGGIO DI GIOVANNI PAOLO II
AI PELLEGRINI RIUNITI NELL
AULA PAOLO VI
ALLA VIGILIA DELLA CANONIZZAZIONE DI EUGENIO DE MAZENOD

Sabato, 2 dicembre 1995

 

Vi saluto cordialmente, carissimi pellegrini venuti dal mondo intero per la canonizzazione di Eugenio de Mazenod! Mi unisco a voi, radunati nell’Aula Paolo Vi per prepararvi al grande evento spirituale, che avrà luogo domani mattina nella Basilica Vaticana. In questa vigilia, nel corso della quale rievocate la figura del grande Vescovo, ci sono fra voi numerosi giovani di ogni continente. A voi, cari giovani, è diretto in modo speciale il mio affettuoso saluto.

Eugenio de Mazenod ha amato i giovani. Durante la sua giovinezza, Egli ha gustato il dono della fede; ha seguito con generosità il Vangelo, pur avendo conosciuto momenti di incertezza e le difficoltà che accompagnano la scelta radicale di Cristo. Ma da quando, in un venerdì santo all’età di venticinque anni, incontrò in maniera profonda il Signore, mise tutta la vita al servizio della Chiesa. Ed i giovani divennero il cuore delle sue attenzioni pastorali.

Fin dai primi mesi di ministero, fondò l’Associazione della gioventù cristiana di Aix, sua città natale, dedicandovi gran parte del tempo disponibile. Creò per loro un sereno ambiente di formazione cristiana. Ai missionari Oblati, fondati tre anni dopo, chiese di occuparsi della gioventù, dappertutto ed in particolare nei Paesi di missione, perché la Chiesa si rinnova attraverso l’evangelizzazione dei giovani. Da Vescovo, poi, promosse attività e gruppi consacrati all’educazione religiosa dei giovani, che voleva fossero gioiosi testimoni ed entusiasti evangelizzatori dei loro coetanei.

Carissimi giovani, in Eugenio de Mazenod voi avete un maestro, una guida e un protettore. Alla sua scuola potete scoprire quanto sia bella la vita posta al servizio del Vangelo.

Carissimi pellegrini, a Dio piacendo, avrò la gioia di incontrarvi domani mattina in San Pietro. In attesa, invio di cuore a ciascuno di voi una speciale Benedizione Apostolica.

 

© Copyright 1995 - Libreria Editrice Vaticana

 

top