The Holy See
back up
Search
riga

VIAGGIO APOSTOLICO IN BELGIO

RIFLESSIONE DI GIOVANNI PAOLO II
AL TERMINE DELLA RECITA DEL SANTO ROSARIO

Chiesa dei Francescani di Bruxelles (Belgio) - Sabato, 3 giugno 1995

 

Cari Fratelli e Sorelle,

1. Insieme abbiamo pregato la Vergine Maria, preparandoci così alla beatificazione di Padre Damiano, vostro concittadino, che amava anch’egli affidarsi instancabilmente a Maria, nostra Madre dei cieli; abbandonava infatti raramente il suo rosario, che recitava giorno e notte; Maria, modello di fede e d’amore, lo ha aiutato a essere disponibile, per stare, come lei, ritto ai piedi della Croce, e per essere un missionario del Vangelo. Con lei, egli ha saputo dire sì al Signore, per ricevere da Lui la forza della testimonianza e la grazia della vita eterna.

2. Al termine di questa preghiera mariana, accolgo con gioia tutti i belgi presenti, in particolare i fedeli della parrocchia che ci ospita. Rivolgo un saluto cordiale a tutti coloro che si sono collegati via radio con noi. Sull’esempio dell’Apostolo dei lebbrosi, invito tutti i cristiani ad affidarsi sempre a Nostra Signora. Fratelli e Sorelle del Belgio, fate sì che cresca il vostro attaccamento a Maria per ravvivare in voi il dono di Dio! Essa vi condurrà a Cristo.

3. Vorrei rivolgere questa sera un messaggio particolare ai giovani del Belgio. Maria ha detto sì alla missione che Dio le ha affidato. Nel prendere il posto del suo fratello malato, Padre Damiano ha accettato il servizio richiestogli dal Signore. Mediante questo sì totale e definitivo, come molte altre persone nel corso dei secoli, essi hanno scoperto la felicità.

“Dio mi chiama... A chi dirlo?”, è stato questo il tema della recente Giornata delle vocazioni nel vostro Paese. Con l’aiuto degli adulti che vi circondano, non abbiate paura di discernere la vocazione alla quale siete chiamati, nel sacerdozio, nella vita consacrata o nel matrimonio! Gesù non chiede cose impossibili, ma invita ognuno a ricercare il bene in tutta la sua verità, fonte di felicità e di gioia (cf. Veritatis Splendor, 16). Se così farete, Cristo vi aiuterà a dare il meglio di voi stessi. Il Signore ha posato su di voi il suo sguardo e vi dice continuamente: “vieni e seguimi” (Mt 19, 21). La felicità autentica proviene infatti dall’amore infinito di Dio, che non guarda all’apparenza dell’uomo ma al suo cuore (cf. 1 Re 16, 7), segnato per sempre dalla bontà di Dio, nonostante il peccato. Lasciatevi amare da Cristo, e contraccambiatelo coraggiosamente amandolo e amando i vostri fratelli!

4. Quando Gesù chiama, non è per limitare una personalità, ma per farla sbocciare, nella verità dell’essere, affinché realizzi l’ideale che la anima. Allorquando richiede un impegno più specifico e sceglie qualcuno per una missione particolare nella Chiesa, come è avvenuto con Padre Damiano, il Salvatore ricolma dei suoi doni chi gli risponde e lo rende totalmente libero. Ciò che sembra allora impossibile agli uomini diviene possibile grazie all’aiuto di Dio (cf. Mt 19, 26). D’altro canto, lungi dall’allontanare dal mondo e dall’impoverire la personalità, la consacrazione al Signore permette a ognuno di trovare il suo vero posto, secondo la libertà a cui ogni uomo è chiamato, servendo i propri fratelli, per la gloria di Dio e la salvezza del mondo.

La Chiesa ha fiducia in voi. Essa gioisce del vostro desiderio di vivere in pienezza. Non lasciatevi vincere dalle affascinanti tentazioni e seduzioni che il mondo può presentare. La vita autentica è una progressiva conquista del dominio di sé. Radicate la vostra speranza e la vostra fede in Cristo, nella speranza e nella fede della Chiesa! Così il Signore vi aiuterà a diventare ogni giorno migliori ed esaurirà i vostri desideri più profondi. Attingete alla fonte della vita, specialmente mediante una frequente partecipazione ai sacramenti dell’Eucaristia e del perdono. Lasciatevi riconciliare da Cristo, che farà di voi esseri nuovi!

5. Lasciandovi guidare dalla parola esigente di Gesù, giovani e adulti del Belgio, insieme, collaborate all’edificazione della Chiesa, con il pensiero alla comunione intorno ai Pastori e al Successore di Pietro! In tal modo, attingendo dai sacramenti e dalla preghiera personale e comunitaria la forza della missione, sarete solleciti verso tutti i vostri fratelli e testimonierete concretamente l’amore di Dio! Che Padre Damiano, con la sua fede incrollabile in Cristo e nella sua Chiesa, sia il vostro modello!

O Maria, presente con gli Apostoli
al momento del dono dello Spirito Santo,
sostieni la fede e la missione
dei cristiani del Belgio!

O Maria, Madre della Chiesa,
che, mediante la tua intercessione,
il popolo del Belgio
si volga con fiducia verso il Signore,
per ricevere da Lui la vita eterna,
e che si edifichi su questa terra
un mondo nuovo,
in cui regnino la giustizia,
la pace e la carità!

 

© Copyright 1995 - Libreria Editrice Vaticana

 

top