The Holy See
back up
Search
riga

VISITA PASTORALE ALLA PARROCCHIA ROMANA
DI SANTA MADDALENA DI CANOSSA

DISCORSO DI GIOVANNI PAOLO II
AI GIOVANI DELLA PARROCCHIA

II Domenica di Pasqua, 21 aprile 1996

 

VORREI CHIEDERVI se avete letto il Vangelo di san Giovanni, perché sarebbe interessante sapere che cosa Nicodemo ha detto a Gesù. Nicodemo ha chiesto a Gesù se è possibile per un uomo vecchio nascere di nuovo. E Gesù ha detto che è importante, necessario nascere di nuovo. Questo nascere di nuovo non è un fatto fisico, ma è un nascere da Dio. Questa nascita spirituale, soprannaturale, diventa nostra nel Battesimo. Questo Sacramento è profondamente legato alla Celebrazione della Pasqua. È interessante che dovunque, già dai primi anni del cristianesimo, si faceva una preparazione catecumenale al Battesimo durante il periodo quaresimale. Successivamente, nella notte di Pasqua, venivano battezzati i catecumeni. Anch'io quest'anno, la notte di Pasqua, ho battezzato dieci catecumeni, soprattutto di origine asiatica, tra cui coreani, cinesi, giapponesi.

Allora c'è un legame profondissimo tra la Risurrezione di Cristo e tra questo rinascere dell'uomo. L'uomo nato dalla donna, rinasce da Dio, rinasce dalla forza della Risurrezione di Cristo.

Tutto ciò l'ho già detto ai bambini e l'ho voluto ripetere anche a voi. Vi auguro di vivere questa rinascita spirituale, soprannaturale, in tutta la vostra vita. Ora siete grandi, consapevoli, maturi, e potete riflettere più profondamente sul mistero del Battesimo.

Ci sono anche molti neocatecumenali. Vuol dire che ritornano alla pratica del catecumenato per vivere più profondamente il loro Battesimo.

Tornando a casa, prendete il Vangelo e cercate il capitolo dove c'è la conversazione tra Cristo e Nicodemo, e rifletteteci.

 

© Copyright 1996 - Libreria Editrice Vaticana 

   

top