The Holy See
back up
Search
riga

VISITA PASTORALE ALLA PARROCCHIA ROMANA
DI SAN
BARTOLOMEO APOSTOLO

DISCORSO DI GIOVANNI PAOLO II
AI BAMBINI

Domenica, 21 dicembre 1997

 

Sia lodato Gesù Cristo! Quando sono entrato nella vostra parrocchia ho visto questa iscrizione: «Ti ringraziamo per la visita tra noi».

Queste parole sono state indirizzate a me, ma vorrei che queste parole fossero indirizzate a Gesù. Si deve ripetere a Gesù: «Ti ringraziamo per la visita tra noi». Questa visita, alla quale ci prepariamo tutti durante il periodo d'Avvento, e che ogni anno si ripete con il Santo Natale, significa che Gesù viene per essere presente tra noi. Quindi a Gesù si dovrebbe dire: «Ti ringraziamo per la tua presenza tra noi».

Gesù, infatti, non è solamente venuto e passato, ma è venuto ed è rimasto. È venuto nella notte di Betlemme, è cresciuto ed ha offerto la sua vita per noi sulla Croce. È risorto ed è asceso al cielo. Prima di ascendere al cielo, agli Apostoli Gesù ha detto: «Io sono con voi tutti i giorni, fino alla fine del mondo ».

Così Gesù è sempre con noi. Lo ringraziamo per la sua presenza tra noi, in questa parrocchia, in tutte le parrocchie di Roma, in tutte le chiese del mondo.

Questo volevo dirvi, ringraziandovi per la bella accoglienza, per i bei canti, per le vostre parole e per i vostri doni. Per tutto ciò, vi ringrazio. Come Gesù è riconoscente a noi per tutti i doni che offriamo a Lui. Era riconoscente ai pastori, ai Magi dell'Oriente, ed è riconoscente a tutti noi. Egli sa dare e sa ricevere. Sa ricevere i nostri doni e sa darci un dono molto maggiore del dono che noi possiamo offrirgli.

Allora carissimi bambini e ragazzi, alcuni dell'asilo, altri della scuola elementare, vi auguro una buona domenica, ultima d'Avvento, e vi auguro un Buon, Buon Natale e, dopo, buon anno nuovo!

 

© Copyright 1997 - Libreria Editrice Vaticana

top