The Holy See
back up
Search
riga

VISITA ALLA PARROCCHIA ROMANA
DI SANTA MARIA DELLA SPERANZA AL NUOVO SALARIO

DISCORSO DI GIOVANNI PAOLO II
AI BAMBINI

Domenica, 19 gennaio 1997

 

«Carissimi, vorrei dirvi buon anno perché questa, nella vostra parrocchia salesiana, è la prima visita pastorale del 1997. Il primo gruppo che incontro siete voi: i bambini e le bambine di questa parrocchia.

Vi auguro buon anno e ciò vuol dire molte cose, come già ha spiegato la vostra coetanea.

Buon anno vuol dire pace. Per questo il primo giorno dell’anno è sempre la Giornata della Pace e tutta la Chiesa prega per la pace.

Buon anno vuol dire anche la continuazione del Natale perché viviamo ancora, in questo momento del nuovo anno, le feste natalizie.

Buon anno vuol dire anche buon Natale perché deve continuare a nascere in noi Gesù Bambino. Dev’essere ben accolto dappertutto: dalle famiglie, dalle società, dalle nazioni, da tutto il mondo. Dev’essere ben accolto e per questo voi siete qui: per accoglierlo.

Buon anno vuol dire anche armonia nelle famiglie a cui appartenete. Armonia in questa comunità parrocchiale a cui appartenete. Armonia nella vostra nazione, l’Italia, e in tutto il mondo.

Vi dico buon anno e auguro che in questo anno tutti voi possiate crescere nella sapienza, nella prudenza, nell’età, nelle forze e auguro che possiate essere sempre più buoni. Questo è il mio augurio per l’anno 1997 alla vostra parrocchia e specialmente ai bambini e alle bambine. Buon anno!».

 

  © Copyright 1997 - Libreria Editrice Vaticana

 

top