The Holy See


back up

Search

riga

  PAROLE DI SALUTO DI GIOVANNI PAOLO II
PRIMA DELLA MESSA, CON LA PARTECIPAZIONE DI
NERSES PIETRO XIX, PATRIARCA DI CILICIA DEGLI ARMENI

Lunedì, 13 dicembre 1999

 

Beatitudine, Venerati Fratelli!

I Vostri passi vi hanno condotto alla casa del Papa, per celebrare con lui l'Eucaristia, segno di piena e perfetta comunione nella fede. Sono lieto di accoglierVi qui, nell'intimità di questa Cappella, che esprime bene il sentimento di affetto e di fraternità che mi lega alla Vostra persona, Beatitudine, e a quella dei Vescovi della Chiesa armena cattolica, qui presenti. La casa del Papa è la Vostra casa. Le braccia del Vescovo di Roma e della Chiesa cattolica si aprono a Voi, per accoglierVi con gioia. Partecipano spiritualmente a questa Eucaristia tutti i figli e le figlie della Vostra Chiesa.

Questa comunione, che è dono di Dio, è la nostra forza. E' Lui che ci dona il suo Corpo e il suo Sangue, che ci scambieremo in segno di piena condivisione nella fede. A Lui affido la Vostra persona, Beatitudine, e il cammino della Vostra Chiesa. Maria, la Santa Madre di Dio, i Santi Pastori, i Monaci e soprattutto i Martiri armeni Vi accompagnino nei primi passi del Vostro ministero e per tutto il tempo che Dio Vi concederà per il servizio della Santa Chiesa.

 

© Copyright 1999 - Libreria Editrice Vaticana 

top