The Holy See
back up
Search
riga

VISITA ALLA PARROCCHIA DI SANTA MARIA STELLA MARIS
(CASTELFUSANO-ROMA)

DISCORSO DI GIOVANNI PAOLO II
AI BAMBINI ED AI LAICI IMPEGNATI NELLA PARROCCHIA

Domenica, 28 febbraio 1999

 

I bambini della parrocchia hanno donato al Papa un piccolo mazzo di mimose per esprimere la loro gioia di averlo potuto incontrare. Giovanni Paolo II ha rivolto loro queste parole:

Sia lodato Gesù Cristo!

Sono molto contento di essere qui, in questa parrocchia che si chiama Stella Maris. Voi sapete che cosa vuol dire Stella Maris? È vero, è un nome marino e infatti il mare sta qui vicino. Specialmente per quanti devono girare attraverso i mari ci vuole una stella per mostrare la giusta direzione. Stella Maris: questo titolo è attribuito a Maria, Madre di Cristo. Maria è Stella Maris perché ci mostra il giusto indirizzo per non perdere la strada, specialmente nella notte, nella tempesta.

È bello il nome che ha la vostra parrocchia ed è anche molto indicativo. Dice che voi avete bisogno di una Stella Maris, di una stella che indica la giusta strada nella vita, specialmente nei giorni difficili, per arrivare al porto, per non sbagliare, per non perdersi. È un nome molto ben scelto per una parrocchia così vicina al mare. Perché qui siamo vicino al mare, vero? Come si chiama questo mare? Mare Tirreno, bravi! E voi qualche volta andate sulle spiagge? Ma adesso no, ci andate in estate!

Vi auguro di crescere con questa Stella Maris, di crescere nei vostri anni giovanili, prima da bambini, poi da ragazzi e da giovani, e di non sbagliare la strada per arrivare al porto. Qual è il porto? Il porto di Roma si chiamava una volta Ostia. Ma c'è un'analogia. Arrivare al porto, infatti, vuol dire arrivare al porto di tutta la vita, della vita eterna.

Vi auguro che voi tutti parrocchiani della parrocchia Stella Maris, specialmente i più piccoli e i più giovani, manteniate sempre la giusta direzione e arriviate a questo porto verso il quale ci dirige la Stella Maris, Maria Madre di Cristo.

Avete capito? Infine saluto anche i vostri genitori, i vostri catechisti. Grazie per i fiori e la vostra buona accoglienza e speriamo che questa visita ci farà più amici. Avete detto all'inizio che conoscete il Papa attraverso la televisione. Oggi non c'è bisogno della televisione perché avete il Papa in natura, di persona. Ma anche la televisione è molto utile. Si può girare tutto il mondo con l'aiuto della televisione. Auguro a tutti buona domenica e buona Quaresima.

Dopo la Santa Messa, Giovanni Paolo II ha incontrato un gruppo di laici impegnati nella vita della comunità parrocchiale. Ecco le sue parole:

La Stella Maris è molto importante, specialmente nella notte quando si può perdere il giusto indirizzo. Guardando questa stella si può ritrovare sempre l'indirizzo.

È molto significativo il titolo della vostra parrocchia. Fa pensare. Sono diverse le notti che l'uomo deve affrontare, deve passare, e ciascuno di noi ha bisogno di questa stella che lo guida. Voi siete impegnati nella vita della parrocchia, nella catechesi, nella liturgia, nel Consiglio pastorale, nell'apostolato dei giovani. Vi auguro di seguire sempre questa Stella Maris in diverse situazioni: di seguire e anche di far seguire gli altri che hanno bisogno di un giusto indirizzo. Questo auguro alla vostra parrocchia, al vostro parroco, ai suoi collaboratori e a voi tutti impegnati in questa parrocchia nell'apostolato dei laici: catechisti, famiglie, Consiglio pastorale, giovani.

Vi ringrazio per la buona accoglienza e auguro buona Quaresima e poi anche buona Pasqua!

 

© Copyright 1999 - Libreria Editrice Vaticana

 

top