The Holy See
back up
Search
riga

DISCORSO DI GIOVANNI PAOLO II 
AL PELLEGRINAGGIO GIUBILARE DEI GIOVANI 
DELL'ARCIDIOCESI FRANCESE DI ROUEN

Venerd́, 14 Aprile 2000

 

Cari Fratelli nell'Episcopato,
Cari giovani della Diocesi di Rouen,

Vi accolgo con gioia in occasione del vostro pellegrinaggio giubilare a Roma, che è insieme un tempo di ritiro, di riflessione e di preghiera. Saluto cordialmente tutte le persone che vi accompagnano nel vostro cammino, che vi sostengono nella vostra crescita umana e spirituale, aiutandovi a rispondere agli interrogativi che vi ponete.

Il vostro soggiorno nella città di Pietro e Paolo vi permette di scoprire che la Chiesa ha una storia e una tradizione, che è un popolo vivo, animato dallo Spirito Santo. Accogliendo la testimonianza di fede delle prime comunità cristiane, voi siete invitati a essere testimoni e ad occupare pienamente il vostro posto in seno al popolo di Dio. La Chiesa conta su di voi:  essa ha bisogno della vostra giovinezza, della vostra generosità e del vostro dinamismo, al fine di divenire sempre più il popolo che Dio ama e affinché si levi una speranza nuova per il mondo.

Mediante la preghiera personale e comunitaria, i sacramenti, gli scambi che potere avere, le visite ai luoghi significativi della storia della Chiesa e delle ricchezze artistiche di Roma, conoscerete meglio Cristo e la sua Chiesa e troverete i mezzi per testimoniare la Buona Novella in mezzo ai vostri compagni. Che possiate essere quei testimoni di cui il nuovo secolo ha tanto bisogno! Vi occorrerà, naturalmente, coraggio e audacia per andare talvolta controcorrente rispetto alle proposte seducenti del mondo attuale e per comportarvi conformemente alle esigenze evangeliche dell'amore vero. Scoprirete così che la vita con Cristo, la ricerca della Verità, la pratica dei valori umani e morali fondamentali, il rispetto di sé e degli altri sono le vie dell'autentica libertà e della vera felicità. Per realizzare l'ideale che serbate in voi, chiedete agli adulti di mostrarvi il cammino e di aiutarvi ad andare avanti!

Il Giubileo è un'occasione particolarmente importante per fare l'esperienza dell'amore misericordioso di Dio che, donandoci il suo perdono, ci apre un futuro nuovo e ci comunica la pienezza della vita divina facendosi per noi nutrimento nell'Eucaristia. Non abbiate paura di ritornare incessantemente a Cristo, fonte della Vita! Egli vuole sostenervi nel vostro cammino di conversione, colmarvi di grazia e donarvi la sua gioia! Nel periodo presente della vostra esistenza, vi interrogate legittimamente sul vostro avvenire. Manifestando la sua fiducia, Gesù volge a voi il suo sguardo e vi invita a fare della vostra esistenza qualcosa di buono, facendo fruttificare i talenti che vi ha affidato, per il servizio alla Chiesa e ai vostri fratelli, come pure per l'edificazione di una società più solidale, più giusta e più pacifica.

Cristo vi invita a riporre la vostra speranza in Lui e a seguirlo sulla via del matrimonio, del sacerdozio o della vita consacrata. Nel silenzio del vostro cuore, non abbiate paura di ascoltare il Signore che vi parla! Attraverso i sacerdoti, i religiosi, le religiose e i laici, la Chiesa è al vostro fianco per aiutarvi a discernere ciò che corrisponde alla vostra vocazione autentica. Gesù vi donerà la grazia necessaria per rispondere al suo appello. Vi infonderà la gioia profonda dei veri discepoli.
Auguro a tutti un buon cammino pasquale. Che il vostro pellegrinaggio giubilare ravvivi in voi il desiderio di vivere intensamente il grande mistero di Cristo morto e risorto! Imparto volentieri a voi e a tutte le persone che vi sono care la Benedizione Apostolica.


© Copyright 2000 - Libreria Editrice Vaticana

 

top