The Holy See
back up
Search
riga

DISCORSO DI GIOVANNI PAOLO II
AGLI ARTISTI DEL "CONCERTO DI NATALE IN VATICANO"

Venerdì, 15 Dicembre 2000

 

Gentili Signori e Signore!

1. Benvenuti e grazie per questa vostra visita. Rivolgo un cordiale saluto a ciascuno di voi, promotori, organizzatori, artisti ed a tutti coloro che, a vario titolo, cooperano alla realizzazione di questo Concerto, giunto ormai alla sua ottava edizione, sotto il suggestivo titolo di "Natale in Vaticano".

Sono particolarmente lieto di accogliervi e di esprimervi il mio apprezzamento per il contributo da voi offerto alla riuscita di questa nobile e benemerita iniziativa che, anche quest'anno, registra l'apporto di numerose e qualificate espressioni artistico-musicali di diversi Paesi.

2. Un motivo in più per ringraziarvi è che, con il vostro contributo, questo speciale concerto intende aiutare il Vicariato di Roma a portare a termine il progetto "50 Chiese per Roma 2000". Si tratta d'un importante impegno per dotare le Comunità parrocchiali, ancora sprovviste, di quelle strutture per il culto e per la catechesi, nonché per le molteplici attività sociali, caritative e sportive, che si rivelano necessarie.

Mi piace qui ricordare come, negli ultimi venti anni, con l'aiuto di molti cittadini e di enti privati e pubblici, la nostra Diocesi ha potuto costruire trentanove complessi parrocchiali, mentre dieci sono in cantiere e di dodici è in corso la progettazione. Esprimo vivo compiacimento per così grande sforzo pastorale ed economico. Questi nuovi complessi parrocchiali, punti di incontro spirituale in una Città in crescente e rapida espansione, rimarranno come segno dell'attenzione della Chiesa per la nuova evangelizzazione. E tutto ciò assume un valore ancor maggiore nel contesto del Grande Giubileo, che ormai si avvia alla sua conclusione.

3. Vorrei approfittare di quest'occasione per formulare ad ognuno di voi fervidi voti augurali per le ormai imminenti festività natalizie. Attraverso la televisione giunga, altresì, il mio affettuoso pensiero a tutti coloro che si uniscono alla vostra manifestazione. Il Bambino Gesù, Figlio della Vergine Maria, che nel mistero del Natale contempliamo nella povertà di Betlemme, rechi gioia, serenità e pace in ogni casa, in ogni famiglia, in ogni città e nel mondo intero. Avvaloro questo auspicio con una speciale Benedizione Apostolica, che volentieri estendo ai vostri cari ed a quanti, attraverso la televisione, prendono parte a quest'evento di grande interesse musicale.

Buon Natale!

 

© Copyright 2000 - Libreria Editrice Vaticana

top