The Holy See
back up
Search
riga

DISCORSO DI GIOVANNI PAOLO II
AI PROMOTORI, AGLI ORGANIZZATORI E AGLI ARTISTI
DEL "CONCERTO DI NATALE IN VATICANO"

Venerdì, 14 dicembre 2001

 

Gentili Signore, Illustri Signori!

1. Anche quest'anno ho il piacere di ricevere la vostra gradita visita. Questo incontro cordiale mi offre l'opportunità di esprimere a ciascuno di voi il mio vivo compiacimento per la realizzazione dell'ormai tradizionale "Concerto di Natale in Vaticano". Si tratta di una significativa manifestazione artistica e musicale, diventata un appuntamento atteso e familiare, che ben si inserisce tra le diverse iniziative promosse nella nostra città di Roma in occasione del Santo Natale.

Auspico pieno successo al vostro concerto natalizio e auguro che esso rechi a quanti vi assisteranno gioia, serenità e pace.

2. Le Festività natalizie evocano sentimenti di solidarietà e di attenzione al prossimo e voi, molto opportunamente, nell'ideare questo incontro avete voluto assegnargli una ben precisa finalità benefica e spirituale. Voi volete, infatti, richiamare alla pubblica opinione una necessità molto avvertita nella comunità cristiana della Città: la mancanza di Chiese e di luoghi di culto, specialmente in alcuni quartieri periferici.

Con la vostra manifestazione intendete reperire fondi per finanziare concretamente progetti di Chiese e strutture d'accoglienza adeguate. Grazie anche a voi, i fedeli potranno meglio esprimere la loro fede contando su attrezzature idonee per le loro riunioni di preghiera, di catechesi e per le altre attività pastorali e sociali.

3. Gentili Signore e illustri Signori! Il vostro concerto, come ogni anno, ripropone canti antichi e moderni, ispirati in gran parte alla grande solennità cristiana del Natale.

Il Natale è ricordo gioioso di ciò che si compì nel corso della notte due mila anni or sono, e che continua a suscitare nei credenti commozione e stupore. Dio si è fatto bambino per essere più vicino all'uomo di ogni tempo, dimostrandogli la sua infinita tenerezza. Possa questa grande ricorrenza cristiana essere occasione propizia, perché tutti scoprano e sperimentino quanto Dio ami l'uomo, ogni uomo, tutti gli uomini!

Porgo cordiali auguri agli organizzatori e ai promotori, agli artisti e ai graditi ospiti, come pure a quanti, attraverso la televisione, assisteranno a questo concerto natalizio.

Avvaloro questi voti con una speciale Benedizione Apostolica, che volentieri estendo alla vostre famiglie e a quanti vi sono cari.

       

top