The Holy See
back up
Search
riga

MESSAGGIO DEL SANTO PADRE GIOVANNI PAOLO II
AL PREFETTO DELLA CONGREGAZIONE
PER IL CULTO DIVINO E LA DISCIPLINA DEI SACRAMENTI

 

Al mio venerato Fratello
Cardinale Jorge Arturo Medina Estévez
Prefetto della Congregazione
per il Culto Divino e la Disciplina dei Sacramenti

Nella pace di Cristo, il nostro eterno Sommo Sacerdote (cfr Eb 5, 10), saluto voi, i membri e i consultori del Comitato Vox Clara, creato per assistere e consigliare la Congregazione per il Culto Divino e la Disciplina dei Sacramenti nell'adempimento dei suoi doveri in riferimento alle traduzioni in inglese dei testi liturgici. Rappresentando i diversi continenti, il comitato riflette il carattere internazionale della lingua inglese. Ciò rende disponibile alla Santa Sede la grande ricchezza di esperienza pastorale tratta da diverse culture.

Nella mia Lettera Apostolica Vicesimus Quintus Annus, che ha segnato il XXV anniversario della Sacrosanctum concilium, ho affrontato la promozione pastorale della Liturgia e il bisogno di "un impegno permanente per attingere sempre più abbondantemente dalla ricchezza della liturgia quella forza vitale che dal Cristo si diffonde alle membra del suo Corpo, che è la Chiesa" (n. 10). Senza dubbio, l'uso della lingua nazionale è stato uno strumento importante che ha permesso ai fedeli di partecipare più profondamente all'incontro con Dio in Cristo.

Poiché la lex orandi si conforma alla lex credendi, la fedeltà ai riti e ai testi della Liturgia è di importanza fondamentale per la Chiesa e per la vita cristiana. In questa luce, desidero offrire ogni incoraggiamento al Comitato Vox Clara nel suo compito di assistere la Congregazione per il Culto Divino e la Disciplina dei Sacramenti nel garantire che i testi del Rito Romano vengano tradotti in maniera accurata secondo le norme dell'istruzione Liturgiam authenticam.

In modo particolare, desidero affidare ai Pastori della Chiesa l'importante compito di rendere disponibile ai fedeli, il prima possibile, le traduzioni nelle lingue nazionali della editio tertia del Missale Romanum, pubblicazione che ho autorizzato lo scorso anno.

Sono lieto di apprendere che i membri del Comitato Vox Clara hanno generosamente promesso di assistere la Santa Sede nell'accelerare la revisione e la recognitio di queste traduzioni da parte della Congregazione per il Culto Divino e la Disciplina dei Sacramenti.

Invocando la luce dello Spirito Santo sul Comitato e sulla Congregazione e affidando la vostra opera alla sollecitudine amorevole di Maria, Madre della Chiesa, imparto di cuore la mia Benedizione Apostolica quale pegno di pace nel Salvatore Risorto.

Dal Vaticano, 20 aprile 2002

GIOVANNI PAOLO PP. II

 

top