The Holy See
back up
Search
riga

DISCORSO DI GIOVANNI PAOLO II
AGLI EMINENTISSIMI SIGNORI CARDINALI
CREATI NEL CONCISTORO DEL 21 OTTOBRE

CON I FAMILIARI ED I FEDELI CONVENUTI A ROMA

Giovedì, 23 ottobre 2003

Venerati Fratelli Cardinali,
carissimi Fratelli e Sorelle!

Dopo le solenni celebrazioni di martedì scorso e di ieri, sono lieto di incontrarvi anche quest’oggi.

Saluto innanzitutto voi, venerati Cardinali italiani. Insieme con voi, desidero salutare i vostri familiari, amici e condiocesani, che vi fanno corona. Sono certo che essi continueranno a seguirvi con la preghiera e con il loro affettuoso sostegno.

Je salue avec affection les nouveaux Cardinaux de langue française et les pèlerins francophones venus les entourer à l’occasion du Consistoire de leur création. À tous, j’accorde ma Bénédiction.

I greet the new English-speaking Cardinals with the pilgrims who have accompanied them to Rome.  May your time in the City of the Apostles confirm you in faith, hope and love.  I cordially bless all of you.

Saludo afectuosamente a los nuevos Cardenales de lengua española, así como a quienes les acompañan. Bendigo a todos de corazón.

Saúdo com afeto o novo Cardeal da Arquidiocese do Rio de Janeiro e os peregrinos do Brasil que o acompanham. Sobre todos desça a minha Bênção.

Serdecznie pozdrawiam księży sercanów i wszystkich, którzy w tych dniach towarzyszą kardynałowi Stanisławowi. Razem z wami dziękuję Bogu, że dane mi było obdarzyć tą godnością gorliwego kapłana, wybitnego uczonego i wiernego przyjaciela. Proszę Boga o błogosławieństwo dla niego i dla was wszystkich.

[Saluto cordialmente i Padri dehoniani e tutti coloro che in questi giorni accompagnano il Card. Stanislaw. Insieme a voi ringrazio Dio che ho potuto conferire questa dignità ad uno zelante sacerdote, noto scienziato e fedele amico. Chiedo a Dio la benedizione per lui e per voi tutti.]

2. Venerati e cari Fratelli! Nel rinnovarvi il mio fraterno saluto e il mio fervido augurio per la missione che vi è stata affidata a servizio di tutta la Chiesa, desidero affidare le vostre persone e il vostro ministero alla celeste protezione della Vergine Santa. Intercedano per voi anche i santi Pietro e Paolo.

Con questi sentimenti, di cuore rinnovo la mia Benedizione a voi e a quanti vi circondano con gioia ed affetto, come anche a tutti coloro che incontrerete nel vostro ministero pastorale.

 

top