The Holy See
back up
Search
riga

DISCORSO DI GIOVANNI PAOLO II
AL MINISTRO DEGLI ESTERI
DELLA REPUBBLICA ISLAMICA DELL’IRAN
S.E. IL SIGNOR KAMAL KHARRAZI*

Giovedě, 12 febbraio 2004

 

Eccellenza,

Sono lieto di darle oggi il benvenuto in Vaticano. La sua presenza qui è un segno della cooperazione che, per oltre cinquant'anni, ha caratterizzato i rapporti ufficiali tra la Santa Sede e il suo Paese. Sono fiducioso che questo spirito di collaborazione diventerà sempre più forte mentre affrontiamo le questioni di preoccupazione comune.

Non meno importante, a questo riguardo, è l'impegno costante di salvaguardare i diritti inalienabili e la dignità della persona umana, soprattutto attraverso sforzi volti a promuovere una maggiore comprensione tra i popoli di origini religiose, culturali ed etniche diverse.

Signor Ministro, l'assicuro dei miei buoni auspici per la sua permanenza a Roma e invoco su di lei le benedizioni di Dio Onnipotente.


*L'Osservatore Romano 13.2.2004 p.4.

 

© Copyright 2004 - Libreria Editrice Vaticana

 

top