The Holy See
back up
Search
riga

DISCORSO DI GIOVANNI PAOLO II
ALLE PARTECIPANTI AL CAPITOLO GENERALE
DELLE SUORE DI NOSTRA SIGNORA

Luned́, 11 ottobre 2004

 

Care Suore,

saluto con affetto nel Signore voi tutte che partecipate all'Undicesimo Capitolo Generale della Congregazione delle Suore di Nostra Signora e prego affinché, in queste giornate di deliberazione, lo Spirito Santo vi conceda la gioia di lavorare insieme con un'autentica comunicazione di cuore e di mente e vi benedica con abbondanti grazia e saggezza.

La Fondatrice della vostra Congregazione, suor Maria Aloysia, formatasi nella ricca tradizione della vostra Madre spirituale, santa Julie Billiart, diede vita a un nuovo Istituto Religioso interamente ispirato e sostenuto dall'amore provvidenziale di Dio.

Dopo un periodo di servizio generoso al suo prossimo, giunse a comprendere che l'amore compassionevole di Dio per i suoi figli poteva risplendere ancor più luminosamente in una vita totalmente consacrata al Signore. Fin dall'inizio comprese che la santità personale e la missione sono aspetti inseparabili dell'impegno radicale a seguire Cristo. La celebrazione del vostro Capitolo e, in particolare, il compito di riesaminare le vostre Costituzioni vi offrono l'opportunità di analizzare e di rivedere la vostra fedeltà a quella stessa visione e al carisma particolare della vostra Fondatrice che si esprime nella vostra spiritualità e nelle vostre tradizioni vive. Quest'analisi, condotta con apertura orante allo Spirito Santo, vi assisterà nel discernere quali aspetti del vostro Istituto andrebbero rafforzati per conferire una testimonianza ancor più chiara dell'amore inesauribile di Dio. Vi esorto, dunque, a continuare a rispondere con gioia alla vostra chiamata alla santità nella perfezione della carità e a curare, secondo le vostre tradizioni, quell'ascetismo proprio delle persone consacrate "che è loro necessario per dilatare il cuore e aprirlo all'accoglienza del Signore e dei fratelli" (Vita consecrata, n. 38). Predicate la Buona Novella in maniera efficace, essendo pienamente ciò che siete e portando tale realtà a tutte le popolazioni!

Mie care suore,

il Capitolo Generale è un invito a riappropriarsi del dinamismo iniziale dello spirito della vostra Fondatrice e a "prendere il largo" (cfr Lc 5, 4). Che Maria, nostra Madre, modello di vita consacrata, vi ispiri e vi sostenga. Assicurandovi della vostra costante presenza nelle mie preghiere, imparto di tutto cuore la mia Benedizione Apostolica a tutti i membri della Congregazione delle Suore di Notre Dame.

top