The Holy See
back up
Search
riga

PAOLO VI

ANGELUS DOMINI

Solennità del Corpo e del Sangue di Cristo
Giovedì, 17 giugno 1976

 

Noi celebriamo quest’oggi, a Dio piacendo, la Santa Messa al Policlinico «Gemelli», alle ore 18,45. Là noi abbiamo quest’anno dato l’appuntamento al Clero e ai Fedeli della nostra Diocesi di Roma; e noi saremo lieti d’incontrare lassù quanti di voi vorranno e potranno venire a rendere onore al mistero dell’Eucaristia.

Che nessuno lasci trascorrere questo giorno beato senza almeno dare un pensiero speciale alla grande festività. Essa ci richiama al duplice, meraviglioso aspetto della nostra « comunione » con Cristo. Essa è personale, è interiore, è vitale come quella del cibo per la nostra vita presente; e ancor più, perché l’Eucaristia è cibo per la vita eterna. E di più essa, l’Eucaristia, è sociale, essa fa di quanti si alimentano di questo medesimo Pane sacramentale un solo corpo, il corpo mistico di Cristo, ch’è la Chiesa (1 Cor. 10, 17; 12, 27; Rom. 12, 5; Col. 1, 18; Eph. 1, 22).

Pensiamoci, per ravvivare il nostro culto, personale e liturgico, a questo sacramento, documento vivo della promessa del Signore: «Io sono con voi, ogni giorno, per tutta la durata del tempo» (Matth. 28, 20).

Pensiamoci, sotto lo sguardo di Colei che fu tabernacolo del Verbo fatto carne, Maria la Madre.

                                         

top