The Holy See
back up
Search
riga

PAOLO VI

ANGELUS DOMINI

Domenica, 30 ottobre 1977

 

Questa piazza, tutta pietra, ancora una volta, è diventata un giardino: due fiori di paradiso vi sono sbocciati, due nuovi Beati qui sono stati riconosciuti degni del culto della Chiesa, come sapete, due Maestri di scuola, due Fratelli delle Scuole Cristiane: uno Equatoriano, Hermano Miguel; l’altro Belga, Frère Mutien Marie. Benediciamo il Signore!

E guardiamo con occhi felici a questi due campioni di virtù umane e cristiane per tributare alla Scuola l’omaggio della nostra stima superiore. Essa è una palestra incomparabile di formazione, per i Maestri innanzitutto. Rendiamo onore a quanti dedicano alla Scuola la loro vita! Tra le professioni degne d’impegnare l’esistenza umana la Scuola ha un posto di primo ordine, proprio per la formazione ch’essa esige ed infonde a chi ne accetta per sé la perfezione scientifica, didattica, ma soprattutto morale e spirituale, che egli deve acquisire per sé, per trasfonderla all’infanzia, alla fanciullezza, alla gioventù, e al costume sociale. L’insegnante, se cosciente, se fedele alla sua missione è, per la sua professione stessa, un benefattore dell’umanità, come Io è un padre, un medico, un sacerdote.

Questo è vero specialmente per chi fa della Scuola un tirocinio cristiano, cioè antepone lo scopo religioso, la trasmissione della fede, ai molteplici scopi didattici e pedagogici, pure nobilissimi, che una Scuola può proporsi, e può fare proprie le parole di S. Paolo rispetto ai suoi fedeli: «mediante il Vangelo, io vi ho generato» (1 Cor. 4, 15), io vi ho dato la vera vita. L’eccellenza della missione scolastica acquista una dignità sublime. Ringraziamo i Fratelli delle Scuole Cristiane che ne conservano e ne professano tanta fedele coscienza, e con loro ringraziamo gli Istituti Religiosi, sia maschili che femminili che, con esemplare sapienza e grande abnegazione, sono consacrati all’incremento della Scuola Cattolica. Ma noi esortiamo specialmente gli Alunni e gli ex-Alunni di queste Scuole, che da Cristo-Maestro prendono il nome e lo spirito, ad amare i loro Educatori e ad essere essi pure coscienti della provvidenziale fortuna, ch’è loro concessa d’essere educati in tali Scuole!

Nel nome dei nuovi Beati e invocando su tutti la protezione della Madonna, di cuore vi benediciamo.

                                               

top