The Holy See
back up
Search
riga

LETTERA DI PAOLO VI
AL CARDINALE JOZSEF MINDSZENTY

 

Venerato ed amatissimo Fratello nostro,
salute ed Apostolica Benedizione!

Nell’imminenza della pubblicazione di quegli importanti provvedimenti, che abbiamo adottato, dopo prolungata valutazione delle circostanze, unicamente in vista dell’interesse pastorale di alcune diocesi d’Ungheria - fra le quali primeggia la Chiesa di Esztergom -, noi desideriamo vivamente di rinnovarti, amatissimo e venerato Fratello nostro, la nostra grande benevolenza e la nostra paterna stima.

L’esercizio del tuo ministero pastorale, prima come Vescovo di Veszprém e poco dopo come Arcivescovo di quella famosa Sede Metropolitana, si è svolto in tempi difficili, pieni di ansie e di responsabilità. Nella nostra memoria è profondamente scolpito il ricordo, vivido e doloroso di quando, or sono proprio venticinque anni, tu fosti sottoposto ad un processo ed a una condanna, che furono l’apice dei crescenti attacchi mossi contro la tua persona, e richiamarono l’attenzione del mondo intero, causando in tutti attonita sorpresa. Sofferenze così gravi sono state la corona di spine che è stata posta sul tuo capo, non meno preziosa della tua fedeltà alla Chiesa di Cristo.

Noi ci inchiniamo con profondo rispetto dinanzi a te e ti ringraziamo dall’intimo del cuore per i numerosi esempi di virtù che hai dato, per tanto volgere di anni, all’intera Famiglia cattolica.

Inoltre siamo certi che continuerai ad offrire il tuo amore e le tue preghiere per quella Chiesa, tuo vanto e tua gloria, ma per te anche motivo di tanta sofferenza. Sappi che noi ti siamo strettamente uniti in tali sentimenti ed invochiamo per te dal Cristo, guida e premio eterno dei sacri Pastori, le consolazioni del Cielo, affinché «la prova della fede, ben più preziosa dell’oro, che pure viene saggiato col fuoco, sia trovata in te a lode, a gloria e ad onore» (Cfr. 1 Petr. 1, 7).

In auspicio di questi voti ed in attestato della nostra benevolenza, con fraterno affetto ti impartiamo di cuore l’Apostolica Benedizione.

Dato a Roma, presso S. Pietro, il 30 gennaio 1974, anno undecimo del nostro Pontificato.

PAULUS PP. VI

 

top