Jubilee 2000 Search
back
riga

Di qui al 2000 - La carta del pellegrino

Uno strumento utile per vivere più a fondo il pellegrinaggio

La finalità prima della Carta del Pellegrino è quella di conoscere e verificare i flussi dei pellegrini che sosteranno a Roma durante l'Anno Santo per assicurare una concreta risposta alle seguenti esigenze:

garantire al pellegrino, specie a chi viene da lontano, la certezza di poter partecipare agli eventi previsti dal Calendario del Giubileo;

assicurare alle autorità religiose, preposte alla celebrazione degli eventi, tutte le informazioni più utili, quali ad esempio il numero dei pellegrini distribuiti per Paesi di provenienza;

assicurare alle autorità civili i dati di giorno in giorno variabili, della presenza in Roma dei pellegrini ai fini dell'organizzazione dei servizi di volontariato, dei servizi di sicurezza, dei servizi di trasporto urbano ed extraurbano, dei servizi e dei presidi sanitari, dei servizi di ristorazione e dei servizi di volontariato.

La Carta del Pellegrino è dotata di un microchip di memoria di potenza variabile e di una banda magnetica; consente di registrare informazioni criptate dei dati sanitari del pellegrino, il numero di pasti prenotati, la presenza agli eventi giubilari prenotati, il diritto di fruire della copertura assicurativa; consente altresì di effettuare conversazioni telefoniche con il sistema del prepagato a tariffa ridotta e di utilizzare il trasporto urbano ancora con il sistema del prepagamento con diritto di percorrenza illimitata nei limiti di validità della Carta; consente di fruire di sconti e di facilitazioni a semplice presentazione della Carta.

La Carta del Pellegrino è il risultato di studi approfonditi e di confronti fra molteplici soluzioni possibili per amministrare il flusso e la gestione dei servizi che interessano i pellegrini. La carta del Pellegrino potrà essere riservata, secondo la disponibilità dei posti e le modalità descritte, fino a 15 giorni prima della celebrazione dell’evento cui si desidera partecipare.

Le informazioni memorizzate sulla Carta sono protette secondo dispositivi di sicurezza e riservatezza valide a livello di standard internazionali.

Iter singoli e nuclei familiari 

Il pellegrino che voglia partecipare all’evento giubilare singolarmente o con il suo nucleo familiare senza essere inserito in un gruppo può telefonicamente richiedere la prenotazione all’evento/eventi desiderato/i.

Il Centro di Prenotazione, verificata la disponibilità di quanto richiesto, registra i dati anagrafici del pellegrino e i servizi richiesti nonché il luogo (ufficio postale o agenzia bancaria solo per l’Italia) dove dovrà essere consegnata la carta.

Un avviso recapitato al domicilio indicato dal pellegrino consentirà il ritiro della carta e il contestuale pagamento.

In alternativa, per il pellegrino italiano è possibile effettuare le stesse operazioni preso sportelli bancari automatici abilitati. In questo caso, la carta del pellegrino sarà recapitata presso l’agenzia bancaria al cui sportello è stata effettuata l’operazione con il contestuale pagamento.

Per gli stranieri, la Carta verrà consegnata a cura del SAC in luoghi prossimi all’evento.

Iter gruppi

Il gruppo di pellegrini organizzato potrà rivolgersi alla “Interfaccia Regionale” (tour operator autorizzato e convenzionato con il Servizio Accoglienza Centrale) se italiano ovvero al Tour operator convenzionato con i Comitati nazionali se straniero, per prenotare i pacchetti logistici e i servizi i desiderati.

L’Interfaccia Regionale o il tour operator registra le richieste sul PC, verifica la disponibilità dei posti e predispone il relativo estratto conto comprensivo dell’eventuale acconto e del saldo.

Call center

L’assistenza in qualsiasi momento e per qualsiasi problema sarà assicurata da una struttura operativa di ascolto attiva 24 ore su 24 ed in grado di operare in multilingue per una serie di argomenti di interesse del pellegrino quali

            - prenotazioni e accoglienza

            - carta

            - informazioni di natura religiosa e pastorale

Inoltre, con un accordo stipulato con TIM del gruppo TELECOM ITALIA, è stata prevista la fornitura di 5.000 telefoni cellulari collegati in rete privata virtuale per agevolare dislocazione e pronto intervento dei volontari nonché di oltre 1.000 apparecchiature e servizi di alto significato sociale a favore dei portatori di handicap.

A questo punto è possibile ipotizzare lo svolgimento di ogni pellegrinaggio singolo o in gruppo. L'evento giubilare è in ogni caso alla base di tutte le azioni che sono tese alla partecipazione.

A partire dal Calendario predisposto dal Comitato Centrale è possibile prenotare in anticipo la partecipazione agli eventi individuando il "pacchetto" che meglio si adegua alle esigenze del singolo pellegrino o del gruppo familiare, o del gruppo più numeroso e in seguito ritirare la carta che certifica i servizi scelti dal pellegrino che quindi può partecipare all'evento dedicandosi esclusivamente agli aspetti spirituali e religiosi.

top