The Holy See Search
back
riga

 © PFARRKIRCHEN STIFTUNG ST. LAMBERT SEEON
Via Crucis, Felix Anton Scheffler - 1757
Chiesa di San Martino - Ischl, Seeon (diocesi di München) - Germania

NONA STAZIONE
Gesù cade per la terza volta

V/. Adoramus te, Christe, et benedicimus tibi.
R/. Quia per sanctam crucem tuam redemisti mundum.
  

Dal libro del profeta Abacuc. 1, 12-13; 2, 2-3

C. Non sei tu fin da principio, Signore,
il mio Dio, il mio Santo?
Tu dagli occhi così puri
che non puoi vedere il male
e non puoi guardare l'iniquità,
perché, vedendo i malvagi, taci
mentre l'empio ingoia il giusto?

V. «Scrivi la visione
e incidila bene sulle tavolette
perché la si legga speditamente.
È una visione che attesta un termine,
parla di una scadenza e non mentisce;
se indugia, attendila,
perché certo verrà e non tarderà»
.

    

MEDITAZIONE

Pascal acutamente ha osservato:
“Gesù sarà in agonia fino alla fine del mondo;
non bisogna dormire durante questo tempo”.[1]

Ma dove agonizza Gesù in questo tempo?

La divisione del mondo in zone di benessere
e in zone di miseria... è l’agonia di Cristo oggi.
Il mondo infatti è composto di due stanze:
in una stanza si spreca
e nell’altra si crepa;
in una si muore di abbondanza
e nell’altra si muore di indigenza;
in una si teme l’obesità
e nell’altra si invoca la carità.

Perché non apriamo una porta?
Perché non formiamo una sola mensa?
Perché non capiamo che i poveri
sono la terapia dei ricchi?
Perché? Perché? Perché siamo così ciechi?


[1] B. Pascal, Pensieri, 553 (ed. Brunschvicg).

 

PREGHIERA

Signore Gesù,
l’uomo che vive per accumulare
Tu l’hai chiamato stolto![2]

Sì, è stolto chi pensa
di possedere qualcosa,
perché uno solo è il Proprietario
del mondo.

Signore Gesù,
il mondo è tuo, soltanto tuo.
E Tu l’hai donato a tutti
affinché la terra sia una casa
che tutti nutre e tutti protegge.

Accumulare, pertanto, è rubare
se il cumulo inutile
impedisce ad altri di vivere.

Signore Gesù,
fa’ finire lo scandalo
che divide il mondo
in ville e baracche.
Signore, rieducaci alla fraternità!


[2] Lc 12, 20.

  

Tutti:

Pater noster, qui es in cælis:
sanctificetur nomen tuum;
adveniat regnum tuum;
fiat voluntas tua, sicut in cælo, et in terra.
Panem nostrum cotidianum da nobis hodie;
et dimitte nobis debita nostra,
sicut et nos dimittimus debitoribus nostris;
et ne nos inducas in tentationem;
sed libera nos a malo.

Eia mater, fons amoris,
me sentire vim doloris
fac, ut tecum lugeam.

 

 

© Copyright 2006 - Libreria Editrice Vaticana

 

 

top