L'Archivio de "L'Osservatore Romano"

Ripercorrere la storia della Chiesa e della società, dal 1861 ad oggi, attraverso i documenti, le riflessioni, le prese di posizione de "L'Osservatore Romano".
È questo il prezioso servizio che l'archivio del giornale offre a studiosi, storici, giornalisti e semplici lettori.
Oltre alle raccolte cartacee dell'edizione quotidiana, del supplemento domenicale, dei settimanali nelle lingue italiana, inglese, tedesca, francese, spagnola, portoghese e del mensile in polacco, è disponibile presso l'archivio una collezione microfilmata. Essa comprende le annate dell'edizione quotidiana, dal 1861 ad oggi, e dell'edizione in lingua inglese, a partire dalla sua nascita avvenuta nel 1968.
Su microfilm sono conservate anche le annate 1849 - 1850 de "L'Osservatore" diretto dall'Abate Battelli e l'annata 1849 de "Il Costituzionale Romano", due giornali che possono essere considerati i progenitori dell'attuale "L'Osservatore Romano".
Grazie ad una moderna macchina di lettura di microfilm è possibile ottenere riproduzioni di articoli o di intere pagine. A partire dal 1996 è stata anche avviata un'archiviazione informatica dell'edizione quotidiana e delle edizioni settimanali. I testi possono così essere riversati su floppydisk o trasmessi via modem.
Per gli ultimi cinque anni sono anche disponibili copie stampate del giornale.

La richiesta di arretrati o di materiale storico puņ essere effettuata per posta, indirizzando a:
Archivio de L'Osservatore Romano, 00120 Città del Vaticano
via fax (+39)06.69883675
oppure attraverso un messaggio di posta elettronica.
archivio@ossrom.va

[Home]

Copyright © L'Osservatore Romano - Tutti i diritti riservati