All'università di Ratisbona

Cattedra della fondazione Ratzinger


A Ratisbona è stato raggiunto un accordo fra la direzione dell'università e la fondazione "Joseph Ratzinger Papst Benedikt XVI.", sorta su iniziativa del circolo degli antichi allievi del Papa. L'arcivescovo di Vienna, il cardinale Christoph Schönborn, presiede il comitato di sorveglianza della fondazione.
A partire dal prossimo anno, nel semestre estivo, un ricercatore tedesco o straniero insegnerà e condurrà ricerche per un massimo di tre mesi a Ratisbona. Non dovrà essere necessariamente un teologo. Potrà essere anche un docente di filosofia sociale o di materie simili. Come ha dichiarato alla Kathpress il decano della Facoltà teologica cattolica, Bernhard Laux, la cattedra sarà molto ricca dal punto di vista contenutistico. In ambito teologico potrà essere aperta anche a ricercatori ortodossi e protestanti.
Come ha affermato Laux, la cattedra, internazionale e della durata di cinque anni, dovrà contribuire allo "studio della teologia secondo lo spirito di Joseph Ratzinger, a cogliere le sue istanze e a svilupparle ulteriormente".
Ciononostante non si tratta di una docenza incentrata esclusivamente sulla persona di Ratzinger o sulla sua opera. Al momento della firma dell'accordo, il rettore dell'università di Ratisbona, Thomas Strothotte, ha affermato che la natura particolare di questa cattedra consiste nell'"essere tendenzialmente aperta a tutte le nazionalità e a varie materie".



(©L'Osservatore Romano 24 giugno 2010)
[Index] [Top][Home]