The Holy See
back up
Search
riga

CONGREGAZIONE PER L'EDUCAZIONE CATTOLICA

INDIRIZZO D'OMAGGIO RIVOLTO A
SUA SANTITÀ BENEDETTO XVI
DAL CARD. ZENON GROCHOLEWSKI
IN OCCASIONE DELL'ASSEMBLEA PLENARIA

Sala Clementina
Luned́, 21 gennaio 2008

 

Beatissimo Padre,

sono lieto di presentare alla Santità Vostra la Congregazione per l'Educazione Cattolica, qui presente nei suoi diversi componenti: gli Eminentissimi ed Eccellentissimi Membri riuniti nell'Assemblea Plenaria, insieme con l'Eccellentissimo Segretario, che inizia il suo servizio con noi, Monsignor Sottosegretario, gli stimati officiali e il personale. A loro nome sono onorato di esprimerLe il saluto più cordiale, unito al devoto omaggio dei sentimenti di sincera e filiale devozione verso la Paternità Vostra, nonché di vivo ringraziamento per questo incontro.

Padre Santo, Le assicuro che la Congregazione per l'Educazione Cattolica vive questo momento come l'espressione più significativa di comunione con il Successore di Pietro e di incentivo per la continuazione nel fedele servizio al Suo supremo ufficio pastorale (cfr Cost. Ap. Pastor bonus, art. 1),

L'Assemblea Plenaria della Congregazione, che ha avuto l'onore in passato di annoverare Vostra Santità tra i suoi Membri e di godere dell'apprezzata collaborazione donata con la ben nota competenza, ha avviato questa mattina i suoi lavori con la trepida coscienza di attraversare tempi di grande "emergenza educativa", ma anche con la consapevolezza delle possibilità che esistono in questo campo per la Chiesa nel mondo di oggi e sicuri di essere al servizio del Signore nell'educare il suo popolo con amore.

Ancorati ai princìpi contenuti nei decreti Optatam totius sulla formazione sacerdotale e Gravissimum educationis sull'educazione cristiana, nonché alle molteplici espressioni del recente Magistero, i Membri della Plenaria hanno iniziato ad affrontare argomenti di particolare urgenza, mettendo in comune proficuamente le loro competenze specifiche e le vaste esperienze pastorali.

1. Nel campo formativo dei candidati al sacerdozio, che è di primaria importanza, la Chiesa si avvale ben volentieri dei mezzi nuovi che possono venire dal progresso delle scienze dell'educazione. In questo contesto le scienze psicologiche, sul fondamento comunque di una chiara antropologia cristiana, possono offrire qualche aiuto nell'ammissione e nella formazione dei candidati al sacerdozio. Al riguardo, è nostro intendimento offrire degli orientamenti.

In relazione alle esigenze della situazione contemporanea, si prenderà in considerazione l'aggiornamento della Ratio fundamentalis institutionis sacerdotalis, nonché l'offerta di indicazioni sulla fruizione formativa dei mezzi che il progresso tecnologico offre, in particolare di internet.

2. Riguardo agli studi ecclesiastici superiori, dopo la riforma positivamente introdotta nel campo del Diritto Canonico, si procede al riordino degli studi di Filosofia per attuare gli obiettivi indicati nelle encicliche Fides et ratio e Veritatis splendor, in particolare per far ritrovare alla Filosofia la sua dimensione sapienziale e metafisica.

Inoltre, è giunta a definizione la riforma degli studi degli Istituti Superiori di Scienze Religiose, in sostegno dell'apostolato dei laici.

Infine, la partecipazione della Santa Sede al cosiddetto "Processo di Bologna" per gli studi universitari europei, che ha aperto grandi opportunità di dialogo e ha suscitato stima verso gli studi ecclesiastici, è giunta alla creazione di una Agenzia per la valutazione e la promozione della qualità delle Istituzioni accademiche ecclesiastiche.

3. L'Ufficio "Scuole cattoliche" continua il servizio di approfondimento dei principî dell'educazione cristiana. Dopo il recente documento sulla missione condivisa dei docenti cattolici laici e delle persone consacrate, che ha trovato una buona accoglienza, si intende prendere in considerazione il fatto che il settore scolastico è sempre più caratterizzato dalla multiculturalità e dalla multireligiosità, anche nelle scuole cattoliche. Esse, comunque, devono salvaguardare la propria identità e missione nel campo dell'evangelizzazione.

4. La Pontificia Opera per le Vocazioni Sacerdotali continua il suo prezioso servizio di promozione, sotto la guida del Messaggio che Vostra Santità indirizza ogni anno. I dati statistici degli studenti nei Seminari Maggiori rilevano nel biennio 2004-2005 un incremento dell'1,23%. Ringraziamo il Padrone della messe che manda operai alla sua messe!

Tra i prossimi obiettivi, la Pontificia Opera, dopo l'esperienza di tre Congressi continentali, prospetta l'organizzazione, in collaborazione con la Congregazione per l'Evangelizzazione dei Popoli, di altri Congressi per le vocazioni sacerdotali in Africa e in Oceania. Inoltre, sta proseguendo la preparazione di un documento per promuovere una pastorale vocazionale incentrata sulla chiara identità del sacerdozio ministeriale.

Beatissimo Padre,

questi sono gli impegni principali con i quali si intrecciano gli elementi quotidiani di un lavoro vasto e di grande rilevanza per la Chiesa e la sua missione evangelizzatrice. Accogliamo la Sua parola come guida per il nostro rinnovato impegno di servire la Chiesa con totale dedizione e piena fedeltà, e chiediamo la Sua apostolica benedizione.

top