The Holy See
back up
Search
riga

CONGREGAZIONE PER IL CLERO

 

Congregazione per il Clero è la nuova denominazione data da Paolo VI alla "Sacra Congregazione del Concilio", con la Cost. Apost. Regimini Ecclesiae Universae del 15 ag. 1967. La storia di questa Congregazione si ricollega alla S. Congregatio Cardinalium Concilii Tridentini interpretum, istituita da Pio IV con la Cost. Apost. Alias Nos del 2 ag. 1564, per curare la retta interpretazione e la pratica osservanza delle norme sancite dal Concilio di Trento. Gregorio XIII ne accrebbe le attribuzioni, e Sisto V affidò ad essa la revisione degli atti dei concili provinciali e, in generale, il compito di promuovere l'attuazione delle riforme fissate dal Concilio di Trento. Successivamente, il compito di interpretare i canoni del celebre Concilio venne a cessare e la competenza assai vasta di questo Dicastero passò man mano ad altre Congregazioni sorte nel frattempo; ma il Dicastero conservò il suo nome storico di Sacra Congregazione del Concilio fino al 31 dicembre 1967. Prima della nuova denominazione e nuova attribuzione di competenze fissate da Paolo VI nella citata Cost. Apostolica, i compiti della Congregazione erano indicati nel can. 250 del Codice di Diritto Canonico.

La competenza della Congregazione per il Clero è ora indicata nei nn. 93-98 della Costituzione Apostolica Pastor Bonus ed è articolata in tre Uffici:

1) L'Ufficio Clero raccoglie, suggerisce e promuove iniziative per la santità, l’aggiornamento intellettuale e pastorale del Clero (Sacerdoti diocesani e Diaconi) e per la loro formazione permanente; vigila sui Capitoli Cattedrali, sui Consigli Pastorali, sui Consigli Presbiterali, sulle parrocchie, sui parroci, su tutti i chierici, su tutto quanto attiene al loro ministero pastorale, ecc.; sulle elemosine delle Messe, sulle pie fondazioni, pii legati, oratori, chiese, santuari, archivi ecclesiastici e biblioteche; promuove una più adeguata distribuzione del clero nel mondo.

2) L'Ufficio Catechistico cura la promozione della formazione religiosa dei fedeli di ogni età e condizione; emana le norme opportune perché l’insegnamento della catechesi sia impartito in modo conveniente; vigila perché la formazione catechetica sia condotta correttamente; concede la prescritta approvazione della Santa Sede per i Catechismi e i Direttori emanati dalle Conferenze Episcopali; assiste gli uffici catechistici e segue le iniziative riguardanti la formazione religiosa ed aventi carattere internazionale, ne coordina l'attività ed offe loro l'aiuto, se occorre.

3) L'Ufficio Amministrativo è competente in materia di ordinamento e amministrazione dei beni ecclesiastici appartenenti alle persone giuridiche pubbliche; inoltre concede le richieste di licenza per i negozi giuridici di cui ai canoni 1292 e 1295 e di approvazione delle tasse e dei tributi; infine cura ciò che riguarda la congrua remunerazione, la previdenza per la invalidità e la vecchiaia e l'assistenza sanitaria del clero, ecc.

4) L'Ufficio per le dispense. Tale Ufficio, che stato istituito con Lettera Prot. N. 64.730/P del 28 dic. 2007, competente a trattare, a norma di diritto, le dispense dagli obblighi assunti con la sacra ordinazione al Diaconato e al Presbiterato da parte di chierici diocesani e religiosi della Chiesa Latina e delle Chiese Orientali.

Annesso alla Congregazione per il Clero è l'antico Studio, poi istituito formalmente da Benedetto XV, con provvedimento del 28 ottobre 1919, affinché i giovani sacerdoti acquistino pratica nell'ordinario e regolare disbrigo degli affari ecclesiastici e nella particolare applicazione delle leggi canoniche in via amministrativa.

Autorizzato da Paolo VI con lettera del 7 giu. 1973, è stato annesso al Dicastero il Consiglio Internazionale per la catechesi, che ha lo scopo di favorire lo scambio di esperienze, di studiare i più importanti temi catechistici al servizio della Sede Apostolica e delle Conferenze Episcopali e di presentare proposte e suggerimenti.

A partire dall'Anno Accademico 1994-95, è stato pure annesso alla Congregazione, l'Istituto "Sacrum Ministerium" per la formazione dei responsabili della formazione permanente dei presbiteri.

Nel medesimo anno è iniziata la pubblicazione semestrale di Sacrum Ministerium, la Rivista edita dalla Congregazione. Tale pubblicazione si propone come aiuto agli Ordinari, ai Presbiterii, ai singoli Chierici, agli ambiti formativi del ministero pastorale, nel vasto alveo della formazione permanente.

Gli attuali Superiori sono

Prefetto:  S.Em. Card. Beniamino Stella

Segretario: S.E. Rev.ma Mons. Celso Morga Iruzubieta

Sotto-Segretario: Mons. Antonio Neri

  

 

top