The Holy See
back up
Search
riga

SACRA CONGREGAZIONE PER LA DOTTRINA DELLA FEDE

 

Lettera a S.E. Mons. Alan C. Clark
riguardante il rapporto finale dell’ARCIC

 

27 marzo 1982

 

Monsignor Vescovo,

Dopo dodici anni di lavoro la Commissione Internazionale Cattolica – Anglicana (Anglican –Roman Catholic International Commission, ARCIC), composta di Vescovi e teologi designati da entrambe le Comunioni, ha inviato alle rispettive Autorità un Rapporto finale che espone i risultati raggiunti tramite la ricerca teologica e una continua preghiera sugli importanti temi della dottrina eucaristica, del ministero e della ordinazione, e dell'autorità nella Chiesa.

Su richiesta del Santo Padre la Congregazione per la Dottrina della Fede ha studiato il Rapporto finale dell'ARCIC e ritiene che sia un importante evento ecumenico che costituisce un passo significativo verso al riconciliazione fra la Comunione Anglicana e la Chiesa Cattolica.

Nello stesso spirito di sincerità che caratterizza il lavoro dell'ARCIC, e con il desiderio di contribuire a quella chiarezza che è tanto indispensabile per un dialogo autentico, la Congregazione deve esprimere anche il suo parere, secondo cui non è ancora possibile dire che si è raggiunto un accordo veramente «sostanziale» nell'insieme delle questioni studiate dalla Commissione.

In effetti, come indica lo stesso Rapporto, ci sono numerosi punti considerati quali dogmi dalla chiesa cattolica che non possono essere accettati come tali, o lo possono solo in parte, dai nostri fratelli anglicani. Inoltre alcune formulazioni dell'ARCIC possono ancora dar luogo a interpretazioni divergenti, mentre altre non sembrano in grado di essere facilmente conciliate con la dottrina cattolica. Da ultimo, pur riconoscendo che la Commissione mista si è limitata in modo legittimo a quelle questioni essenziali che sono state al centro di serie differenze tra le nostre due Comunioni per il passato, si deve osservare che anche altre questioni devono essere esaminate, insieme e nello stesso spirito, per giungere ad un accordo definitivo, capace di garantire una autentica riconciliazione.

Questa è la ragione per cui, a giudizio della nostra Congregazione, si deve fare di tutto per assicurare che il dialogo, avviato tanto felicemente, continui; che vi siano studi ulteriori, specialmente su quei punti per i quali i risultati fin qui raggiunti lo richiedono, e che gli studi siano estesi ad altre questioni necessarie al ripristino dell'unità ecclesiale voluta da nostro Signore.

La Congregazione per la Dottrina della Fede, dunque, invierà Osservazioni particolareggiate riguardo al Rapporto finale dell'ARCIC a tutte le Conferenze Episcopali quale suo contributo per la continuazione di questo dialogo.

Unito a voi nella preghiera che lo Spirito Santo possa ispirare e guidare i nostri comuni sforzi così che «siano perfetti nell'unità» (Gv 17,21 e 23), sono sinceramente vostro in Cristo.

 

Joseph Card. Ratzinger

   

top