The Holy See
back up
Search
riga
 

FEDERAZIONE LUTERANA MONDIALE

Casella Postale 2100
CH-1211 Genève 2, Suisse

PONTIFICIO CONSIGLIO
PER LA PROMOZIONE
DELL’UNITÀ DEI CRISTIANI

V-00120 Città del Vaticano

 

 

Ginevra e Roma, 6 febbraio 2004

Cari Amici,

All’inizio del nuovo anno, ci è gradito inviare, da Ginevra e da Roma, i nostri più vivi saluti e fervidi auguri nel nome di nostro Signore Gesù Cristo. Ricordiamo quest’anno il quinto anniversario della Dichiarazione congiunta sulla Dottrina della Giustificazione (DCDG), che è stata firmata e celebrata il 31 ottobre 1999 ad Augsburg, in Germania, dalla Federazione Luterana Mondiale e dalla Chiesa cattolica romana.

La firma della DCDG resterà a giusto titolo nella memoria come l’evento per mezzo del quale noi, luterani e cattolici, abbiamo potuto affermare ufficialmente un consenso tra noi sulle verità fondamentali della dottrina della giustificazione. E non lo abbiamo soltanto affermato, ce ne siamo rallegrati e lo abbiamo celebrato poiché, con l’aiuto di Dio, e sebbene noi non abbiamo ancora raggiunto la meta finale, ci è stato possibile pervenire ad una tappa importante nel nostro pellegrinaggio verso la piena unità visibile. Ci siamo tesi la mano, e non ci allontaneremo più gli uni dagli altri.

Grazie a tale evento, possiamo rendere una testimonianza comune dell’essenza del Vangelo. Si tratta di un elemento assai importante nel nostro mondo attuale, contrassegnato da una crescente secolarizzazione e dalla perdita del senso della vita. In un mondo sconvolto da tanti conflitti , i cristiani debbono poter testimoniare insieme di ciò che costituisce il fulcro del messaggio cristiano: la pace e la riconciliazione.

Da una parte e dall’altra, i teologi sono da molto tempo consapevoli dell’esistenza di un consenso di base tra luterani e cattolici circa l’insegnamento biblico della giustificazione e della grazia. La Dichiarazione congiunta afferma, al paragrafo 15: «Insieme confessiamo che non in base ai nostri meriti, ma soltanto per mezzo della grazia, e nella fede nell’opera salvifica di Cristo, noi siamo accettati da Dio e riceviamo lo Spirito Santo, il quale rinnova i nostri cuori, ci abilita e ci chiama a compiere buone opere». Un tale consenso ci ha permesso allo stesso tempo di dichiarare che le reciproche condanne del XVI secolo relative alla giustificazione non si applicano più alle concezioni luterana e cattolica presentate nella Dichiarazione congiunta. Così, la nostra comunione è diventata più profonda e reale, anche se incompleta. In questo contesto va ascritta la conseguenza ecclesiologica e storica della Dichiarazione congiunta.

Siamo convinti che il quinto anniversario della firma della Dichiarazione congiunta sulla Dottrina della Giustificazione esorta a delle celebrazioni e ad un rinnovato studio ovunque nel mondo. Lo stesso giorno anniversario – il 31 ottobre 2004 – è particolarmente idoneo a tali celebrazioni ecumeniche, sia a livello locale che a livello diocesano e (o) nazionale. Noi incoraggiamo a sottolineare l’evento nel modo più appropriato ed idoneo per le varie regioni.

Oltre alla celebrazione durante il culto, una giornata di studio organizzata attorno alla stessa data, in collaborazione con seminari o facoltà di teologia, potrà costituire un mezzo idoneo, per i pastori e per i teologi, di approfondire la loro comprensione di ciò che è stato realizzato e dei compiti che restano da svolgere.

Per quanto riguarda le risorse disponibili, il testo completo della Dichiarazione congiunta, assieme al Comunicato ufficiale congiunto ed il suo Allegato, sono a disposizione presso la Federazione Luterana Mondiale ed il Pontificio Consiglio per la Promozione dell’Unità dei Cristiani. Tali documenti esistono anche in formato PDF nei siti Internet della Federazione Luterana Mondiale e del Pontificio Consiglio per la Promozione dell’Unità dei Cristiani(1). Per la realizzazione dei vostri progetti nell’ambito dell’anniversario, sarà anche possibile prendere contatto con noi per ogni aiuto che saremo in grado di dare.

Un lavoro sostanziale deve essere ancora compiuto prima di pervenire ad un accordo completo e globale tra luterani e cattolici circa il significato del Vangelo della giustificazione nella vita della Chiesa. Per questo motivo la stessa Dichiarazione congiunta (cfr. paragrafo 43) ed il Comunicato ufficiale congiunto esortano a continuare, da una parte e dall’altra, gli sforzi ecumenici.

A seguito della Dichiarazione congiunta, molte iniziative sono state prese per approfondire il consenso fino ad ora realizzato. Nella quarta fase dei suoi lavori, la Commissione internazionale luterana-cattolica per l’unità, lavora sul tema della «Apostolicità della Chiesa», tema che comprende la questione del ministero (cfr. DCDJ, 43). La Commissione tiene seriamente conto dell’esistente diversità di elementi che costituiscono l’apostolicità della Chiesa.

Nel 2001, per la prima volta, luterani e cattolici hanno invitato insieme i metodisti ed i riformati ad un colloquio sul tema: «L’unità nella fede – La Dichiarazione Congiunta sulla Dottrina della Giustificazione in un contesto ecumenico ampliato». Tale colloquio si è adoperato a studiare il modo secondo il quale altre Comunioni potrebbero riferirsi agli accordi realizzati nella Dichiarazione congiunta A seguito di detto incontro, il Consiglio Metodista Mondiale sta preparando una conferma della Dichiarazione congiunta fondata su argomenti teologici.

Un ulteriore e significativo risultato della Dichiarazione Congiunta per quanto riguarda la Federazione Luterana Mondiale, si riferisce ad un programma di studio, che essa ha iniziato, sul significato della giustificazione oggi : «Justification in the World’s Context» [La Giustificazione nel contesto del mondo] [LWF Documentation 45/2000], e al simposio internazionale che la Federazione ha convocato nel 2002, al quale ha fatto seguito la pubblicazione del documento: «The Doctrine of Justification: Its Reception and Meaning Today» [La Dottrina della Giustificazione: la sua ricezione ed il suo significato oggi] [2/2003]. Tali iniziative hanno riunito rappresentanti dei dialoghi ufficiali e studiosi delle questioni relative al significato attuale della giustificazione nei diversi contesti.

Allo scopo di ampliare la parte biblica della Dichiarazione Congiunta, la Federazione Luterana Mondiale ed il Pontificio Consiglio per la Promozione dell’Unità dei Cristiani hanno in programma di organizzare un simposio di esegeti. Analogamente, alla luce delle preoccupazioni espresse dai cristiani luterani e riformati a riguardo di certi aspetti delle celebrazioni ecumeniche, ed in relazione alla questione delle indulgenze nel contesto dell’Anno Giubilare 2000, il Pontificio Consiglio per la Promozione dell’Unità dei Cristiani ha organizzato nel 2001, in collaborazione con la Federazione Luterana Mondiale e con l’Alleanza Mondiale delle Chiese Riformate, un simposio sul significato delle indulgenze oggi. Inoltre, vari progetti al riguardo della dottrina della giustificazione e della DCDG sono già stati avviati, ed altri sono in corso di realizzazione. Noi consideriamo la celebrazione di questo quinto anniversario come un’occasione per attingere alla risorsa ecumenica dell’accordo. Essa offre anche l’occasione, per le Chiese e le Diocesi attraverso il mondo, di dare un contributo al dibattito in corso sulle questioni e le sfide ancora aperte.

Ringraziamo dell’attenzione che sarà data a questo evento, nella speranza che esso potrà contribuire, sotto la guida dello Spirito di Dio, a favorire lo sviluppo positivo delle nostre relazioni a livello locale e mondiale.

Con i nostri migliori saluti,

Pastore Ishmael Noko
Segretario Generale

Walter Cardinale Kasper
Presidente


1) www.lutheranworld.org/Special_Events/LWF-Special_Events-Justification.html http://www.vatican.va/roman_curia/pontifical_councils/chrstuni/sub-index_lutheran-fed_it.htm

 

top