The Holy See
back up
Search
riga

V INCONTRO MONDIALE DELLE FAMIGLIE

INCONTRO DI FESTA E DI TESTIMONIANZA

SALUTO DEL CARD. ALFONSO LÓPEZ TRUJILLO
RIVOLTO AL SANTO PADRE BENEDETTO XVI
ALL'INIZIO DELL'INCONTRO

Cittŕ delle Arti e delle Scienze (Valencia)
Sabato, 8 luglio 2006

 

Santo Padre,

Ci riunisce questa sera, sotto il cielo accogliente di Valencia, il Signore della famiglia e della vita, al cui servizio Lei è come Successore di Pietro. Gesù Cristo insegnava che solo Lui ha parole di vita eterna. Queste colmano tutte le aspirazioni dell'uomo, delle famiglie, unite sotto la sua Alleanza. Con la sua rivelazione ci è stato dato tutto, come diceva san Giovanni della Croce.

Da questa Parola di vita è nata dal suo cuore, Santità, la luce della fede e della speranza che cambia la foschia, la tristezza e il dolore della recente tragedia che ha colpito tante famiglie, in un atteggiamento sereno e fiducioso. Siamo un pugno di polvere, diceva José María Pemán, con ansie di Dio. Egli ci dà ragioni per attendere l'Incontro definitivo con Colui che è fonte della vita.

Vostra Santità ha avuto la bontà di convocare nuovamente questo V Incontro Mondiale delle Famiglie.

Con profonda gioia abbiamo preparato le celebrazioni di fede che Lei ora presiede. In stretta comunione con questa dinamica Arcidiocesi di Valencia, nelle cui arterie la santità ha circolato in abbondanza, e con la Conferenza Episcopale Spagnola, pronta e sollecita, il suo Pontificio Consiglio per la Famiglia si è unito alle energie di tante persone, per preparare questo storico appuntamento. Santità, sente vicino e vibrante l'affetto di questa folla di fedeli che la circonda, come i discepoli Gesù sulla montagna per rendere forti le ragioni per vivere.

Le famiglie sperimentano ciò in modo particolare. Senza la presenza del Verbo incarnato, l'amore dei coniugi non potrebbe essere totale, né sicuro il servizio dell'educazione nella fede dei figli, speranza del mondo. Solo nella famiglia l'uomo acquisisce piena umanità. Dal cuore di Dio diviene consistente il dono meraviglioso della fede. Questo progetto non si sgretola, bensì acquista rinnovata vitalità. Insieme con Pietro che afferra con le sue mani il timone della nave della Chiesa, le famiglie fondate sul matrimonio approfondiscono il loro gioioso impegno che le realizza e le rende libere. Il disegno di Dio non proviene dall'invenzione umana ma da Colui che ama personalmente l'uomo, senza limiti, lo crea e lo redime, e gli dona una felicità duratura.

Santo Padre, è stato Relatore al Sinodo sulla Famiglia che ha recato frutto nell'Esortazione Apostolica Familiaris consortio, con la sua aperta visione ecclesiale e sociale, a partire dalla sua peculiare identità. La proclamazione del Vangelo e la sua decisa difesa sono il suggello del suo Pontificato. Come istituzione naturale che affonda le sue radici nell'amore di Dio, Lei non si stanca di ripetere, con il suo amato Predecessore, il servo di Dio Giovanni Paolo II, che in questa causa è in gioco il futuro dei popoli, della stessa Chiesa, e l'avvenire dell'evangelizzazione. Ci sono temi che non sono negoziabili, ha detto recentemente.

La fede delle famiglie fa passare di mano in mano, come una fiaccola, il dono della fede, il dono più grande che ricevono i frutti dell'amore, immagini di Dio, trasformati in figli con le acque battesimali.

Le Conclusioni del Congresso Teologico-Pastorale, con oltre 9.000 partecipanti, ispirate alla dottrina della Chiesa, che riporremo nelle sue mani, conferiscono nuove energie ad un lavoro importante nella pastorale familiare e in seno alla società. Contemporaneamente si sono svolti Congressi sui nonni e sui figli.

Questa sera desideriamo offrire nella presente celebrazione di testimonianze, consueta nei nostri Incontri, una rapida visione panoramica di diversi progressi, di esperienze, di impegni della famiglia.

Formiamo una corona di affetto filiale e di ammirazione attorno alla sua persona. Questa corona è composta da un gran numero di Cardinali, Arcivescovi e Vescovi, che guidano le loro delegazioni di famiglie provenienti dalle più diverse latitudini.

Grazie, Santo Padre, per essere stato accanto alle famiglie e per averle guidate in questo pellegrinaggio affinché la loro realizzazione, secondo i valori umani e cristiani, di cui il mondo ha bisogno, sia una realtà.

Con immensa gioia dopo queste testimonianze, attendiamo il suo insegnamento che illumina il mondo a partire da Dio che è carità.

 

    

top