The Holy See
back up
Search
riga

COMUNICATO DELLA SEGRETERIA DI STATO
SULL’ASSASSINIO DEL NUNZIO APOSTOLICO IN BURUNDI

 

 

Nel tardo pomeriggio la Segreteria di Stato ha emesso il seguente comunicato:

Giunge la dolorosa notizia dell’assassinio di S.E. Rev.ma Mons. Michael Courtney, Arcivescovo tit. di Eanach Dúin, Nunzio Apostolico in Burundi. Il tragico fatto è accaduto a Minago, località a 50 km dalla capitale Bujumbura, dove il Presule si era recato per impegni pastorali.

L’auto su cui questo pomeriggio il Rappresentante Pontificio viaggiava assieme ad un sacerdote, ferito nell’agguato, all’autista e ad un’altra persona, è stata fatta segno di colpi d’arma da fuoco provenienti da una collina lungo la strada. Trasportato con grande difficoltà al più vicino ospedale di Bujumbura, Mons. Courtney non ha più ripreso conoscenza a causa delle gravi ferite. L’estesa emorragia intervenuta a seguito dell’agguato non ha potuto essere arrestata. Nonostante l’opera dei medici, il Presule è deceduto durante un intervento chirurgico d’emergenza.

Il Santo Padre, appreso l’accaduto, si è subito raccolto in preghiera affidando a Cristo Buon Pastore l’anima di questo fedele e generoso servitore della Chiesa e della Santa Sede, morto nell’esercizio della difficile missione affidatagli. Ha fatto poi giungere ai familiari del compianto Arcivescovo i suoi profondi sentimenti di partecipazione al dolore che li ha colpiti.

Mons. Michael Aidan Courtney, di origine irlandese, era stato nominato da Sua Santità Giovanni Paolo II Nunzio Apostolico in Burundi il 18 agosto 2000. In precedenza aveva prestato la sua qualificata opera nelle Rappresentanze Pontificie in Africa Meridionale, Senegal, India, Jugoslavia ed Egitto. Prima della nomina a Bujumbura, per quasi cinque anni aveva svolto la funzione di Osservatore Permanente della Santa Sede presso il Consiglio d’Europa a Strasburgo.

Con la morte di Mons. Courtney si allunga l’elenco dei missionari e delle missionarie che, nel corso del 2003, hanno dato la vita per il Vangelo. E a questo elenco di vite generose si aggiunge ora, per la prima volta, anche il nome di un Rappresentante Pontificio. Il Signore doni loro il riposo eterno.

Dal Vaticano, 29 dicembre 2003

      

top