The Holy See
back up
Search
riga

CONVENTIONES*

II

INTER APOSTOLICAM SEDEM ET FOEDERATAS CIVITATES
BRENDEBURGI ET LIBERI STATUS SAXONIAE

De erectione dioecesis Gorlicensis

Accordo
Fra la Santa Sede
e
 il Land Brandeburgo
come anche
lo Stato Libero di Sassonia,

considerando il vigente Concordato fra la Santa Sede ed il Reich Germanico del 20 luglio 1933, per quanto esso vincola i Lńnder,

e tenendo presente la Solenne Convenzione fra la Santa Sede e la Prussia del 14 giugno 1929, viene concluso il seguente Accordo:

Articolo 1

(1) L'Amministrazione Apostolica di G÷rlitz viene costituita in Diocesi con una Sede Episcopale e un Capitolo Cattedrale. L'attuale Capitolo dei Canonici viene costituito in Capitolo Cattedrale. Il Vescovo e il Capitolo Cattedrale ricevono la loro sede presso la cattedrale di San Giacomo a G÷rlitz.

(2) La Diocesi di G÷rlitz Ŕ successore legale dell'Amministrazione Apostolica di G÷rlitz. La Diocesi, la Sede Episcopale e il Capitolo Cattedrale Sono enti di diritto pubblico.

Articolo 2

(1) Il territorio della Diocesi di G÷rlitz, attualmente suddiviso nei vicariati foranei di Cottbus, Finsterwalde-LŘbben, G÷rlitz, Neuzelle e Senftenberg, si estende su parti del Land Brandeburgo e dello Stato Libero di Sassonia.

(2) Gli enti territoriali del Land Brandeburgo e dello Stato Libero di Sassonia, siti nell'ambito della Diocesi di G÷rlitz, si rilevano dal Protocollo Finale.
(Protocollo Finale)

Articolo 3

La provvista della Sede Episcopale viene fatta in conformitÓ all'articolo 6 della Solenne Convenzione fra la Santa Sede e la Prussia del 14 giugno 1929.
(Protocollo Finale)

Articolo 4

(1) Il Capitolo Cattedrale Ŕ costituito dal Preposto e da cinque Canonici effettivi.

(2) Il Vescovo Diocesano nomina il Preposto, alternativamente, udito il Capitolo Cattedrale e ad istanza del medesimo Capitolo. La provvista dei canonicati viene fatta in conformitÓ all'articolo 8, capoverso 2, della Solenne Convenzione fra la Santa Sede e la Prussia del 14 giugno 1929.(Protocollo Finale)

Articolo 5

La Diocesi di G÷rlitz Ŕ assegnata alla Provincia Ecclesiastica di Berlino.

Articolo 6

La regolamentazione delle prestazioni statali alla Diocesi di G÷rlitz resta riservata ad ulteriori accordi tra i Lńnder, rispettivamente interessati, di Brandeburgo e Stato Libero di Sassonia e la Chiesa Cattolica.

Articolo 7

Le Parti contraenti comporranno in via amichevole le divergenze d'opinione, che sorgessero eventualmente fra di Esse circa l'interpretazione o l'applicazione di qualche disposizione del presente Accordo.

Articolo 8

(1) Il presente Accordo, incluso il Protocollo Finale, i cui testi italiano e tedesco fanno ugualmente fede, necessita della ratifica. Gli Strumenti di ratifica dovranno essere scambiati quanto prima.

(2) L'Accordo, incluso il Protocollo Finale che Ŕ parte costitutiva dell'Accordo medesimo, entra in vigore il giorno successivo allo scambio degli Strumenti di ratifica.

Fatto in triplice esemplare.

G÷rlitz, il 4 maggio 1994.

FŘr den Heiligen Stuhl
Dr. Lajos Kada
Dr. Lajos Kada
Apostolischer Nuntius in
Deutschland

FŘr das Land Brandenburg
Manfred Stolpe

Der Ministerprńsident
des Landes Brandenburg

FŘr den Freistaat Sachsen
Hans Joachim Meyer

Der Ministerprńsident
vertreten durch den Staatsminister
fŘr Wissenschaft and Kunst
Professor Dr. Hans Joachim Meyer

Protocollo finale

Le parti contraenti si adopereranno per la stipulazione di accordi tra la Chiesa Cattolica e i singoli Lńnder al fine di regolamentare, in uno spirito di mutua cooperazione, questioni fondamentali, ancora aperte, inerenti alle loro relazioni.

In relazione all'Articolo 2

La Diocesi di G÷rlitz comprende, del Land Brandeburgo, gli enti territoriali seguenti:

la citta-circondario di Cottbus;
 il circondario di Spree-Neie;
del circondario di Dahme-Spreewald, la cittÓ di LŘbben/Spreewald, i raggruppamenti amministrativi (propriamente mter) di Golener Land, Heideblick, Lieberose, Luckau, Mńrkische Heide, Oberspreewald, Straupitz e Unterspreewald come anche, del raggruppamento amministrativo di Friedersdorf, i comuni di Friedersşdorf, Blossin, Streganz e Wolzig;
del circondario di Elbe-Elster, la cittÓ di Finsterwalde, i raggruppamenti amministrativi di Doberlug-Kirchhain, Elsterland, Kleine Elster e Sonnewalde, come anche il comune di Staupitz appartenente al raggruppamento amministrativo di Plessa;
 il circondario di Oberspreewald-Lausitz, senza la cittÓ di Lauchhammer, eccetto la frazione di Kostebrau, e senza la cittÓ di Ortrand e il comune di Grokmehlen;
del circondario di Oder-Spree, le cittÓ di Beeskow e EisenhŘttenstadt; il raggruppamento amministrativo di Brieskow-Finkenheerd senza i comuni di Brieskow-Finkenheerd e Gro-Lindow; il raggruppamento amministrativo di Friedland; del raggruppamento amministrativo di Glienicke/Rietz-Neuendorf, cosi i comuni di Ahrensdorf, Birkholz, Buckow, Glienicke, G÷rzig, Gro Rietz, Herzberg senza le frazioni di Hartensdorf e Krachtsheide, come la frazione di Ramannsdorf appartenente a NeubrŘck (Spree); il raggruppamento amministrativo di Neuzelle; il raggruppamento amministrativo di Schlaubetal senza la cittÓ di MŘllrose; del raggruppamento amministrativo di ScharmŘtzelsee, i comuni di Dahmsdorf, Wendisch-Rietz e Reichenwalde senza la frazione di Neu-Reichenwalde, come anche i raggruppamenti amministrativi di Storkow e di Tauche-Trebatsch;
del circondario di Teltow-Flńming, i raggruppamenti amministrativi di Dahme (Mark) e Baruth/Mark; del raggruppamento amministrativo di Niederer Flńming, i comuni di Herbersdorf, Hohenseefeld, Ihlow, Meinsdorf, Nonnendorf, Wiepersdorf e Waltersdorf e la frazione di Lynow del comune di Nuthe-Urstromtal.

La Diocesi di G÷rlitz comprende, dello Stato Libero di Sassonia, gli enti territoriali seguenti:

la cittÓ-circondario di G÷rlitz;
i circondari di Hoyerswerda, Niesky e Weiwasser;
come anche il circondario di G÷rlitz-campagna, senza la cittÓ di Ostritz e senza i comuni di Sch÷nau-Berzdorf auf dem Eigen e Sohland am Rotstein.

Questa assegnazione viene fatta in base alla suddivisione statale degli enti territoriali, esistente al momento della firma dell'Accordo.

In relazione all'Articolo 3

La nomina di un Coadiutore viene fatta in conformitÓ all'articolo 7 della Solenne Convenzione fra la Santa Sede e la Prussia del 14 giugno 1929.

I Lńnder Brandeburgo e Stato Libero di Sassonia non applicano l'articolo 16 del Concordato fra la Santa Sede ed il Reich Germanico del 20 luglio 1933.

In relazione agli Articoli 3 e 4

Il Land Brandeburgo e lo Stato Libero di Sassonia dichiarano che l'articolo 140 della Legge Fondamentale in collegamento con l'articolo 137 comma 3 periodo 2 della Costituzione del Reich Germanico dell'11 agosto 1919 come pure le rispettive prescrizioni delle Costituzioni dei Lńnder rimangono intatte.

G÷rlitz, il 4 Maggio 1994.

FŘr den Heiligen Stuhl Dr. Lajos Kada
  Dr. Lajos Kada
  Apostolischer Nuntius in
  Deutschland
FŘr das Land Brandenburg Manfred Stolpe
  Der Ministerprńsident
  des Landes Brandenburg
FŘr den Freistaat Sachsen Hans Joachim Meyer
  Der Ministerprńsident
  vertreten durch den Staatsminister
  fŘr Wissenschaft and Kunst
  Professor Dr. Hans Joachim Meyer

Instrumenta ratihabitionis Conventions inter Apostolicam Sedem et Foederatas Civitates Brandenburgi et Liberi Status Saxoniae constitutae, accepta et reddita mutuo fuerunt Bonnae in urbe die VII mensis Iulii anno MCMXCIV. Quae quidem Conventio insequenti die ipsius mensis Iulii vigere coepit ad normam eiusdem Pactionis.


*A.A.S., vol. LXXXVII (1995), n. 2, pp. 138-145

 

ę Copyright 1994 - Libreria Editrice Vaticana

 

top