The Holy See
back up
Search
riga

SÍNODO DEI VESCOVI

DISCORSO DEL CARDINALE JAN SCHOTTE
AL SANTO PADRE GIOVANNI PAOLO II
IN OCCASIONE DELLA PRESENTAZIONE
DELL' ESORTAZIONE APOSTOLICA POST-SINODALE
 "PASTORES GREGIS"

Giovedě, 16 ottobre 2003

 

Beatissimo Padre,

oggi giunge al suo culmine il lungo cammino, compiuto nella comunione come vero itinerario sinodale, iniziato il 9 ottobre 1996 con la comunicazione che il tema della X Assemblea Generale Ordinaria del Sinodo dei Vescovi era stato scelto da Vostra Santità e formulato in questi termini: "Il Vescovo servitore del Vangelo di Gesù Cristo per la speranza del mondo".

La promulgazione dell'Esortazione Apostolica Post-sinodale, susseguente a quella Assemblea, pone il sigillo di Pietro sui passi dei Pastori della Chiesa che, riuniti in Sinodo con la vostra costante presenza, Padre Santo, hanno pregato, meditato, discusso e pensato con intento di amore alla Chiesa sparsa nel mondo e al gregge affidato dal Pastore supremo alle loro mani e al loro cuore di uomini chiamati e divenuti per vocazione e per grazia di partecipazione veri "Pastores Gregis".

"Pastores Gregis" è, appunto, il nome di questa Esortazione che la Santità Vostra oggi offre alla Chiesa, Pastori e gregge. Perché non solo ne confermi il cammino intrapreso ma ne guidi i passi attraverso le strade di oggi e del futuro, nella fedeltà e nella speranza.

Grazie, Padre Santo, per questo Sinodo; grazie per questa Esortazione Apostolica Post-Sinodale. La gratitudine diventa festosa esultanza poiché il documento vede la luce proprio nel giorno del XXV anniversario di Pontificato della Santità Vostra, Pastore del gregge della Chiesa del Terzo Millennio, unico Padre sinodale membro di tutte le venti assemblee finora celebrate.

Il Sinodo sul Vescovo servitore del Vangelo per la speranza del mondo è destinato, per questo motivo, a segnare un evento storico come è il XXV di Pontificato. Ma il medesimo Sinodo si espone alla storia anche per un'altra circostanza. Esso ha mosso i primi passi nell'ultimo scorcio del Secondo Millennio, per andare a cogliere il suo frutto finale all'inizio di questo Terzo Millennio.

Oggi, questo Sinodo dei due Millenni e il felice anniversario di Pontificato rivelano la provvida grazia della Successione di Pietro Pastore e della Successione Apostolica dei "Pastores Gregis".

Inoltre è significativo poter ricordare ancora che, nella stessa giornata del 16 ottobre, fu firmata nel 1979, per la prima volta da Vostra Santità, un'Esortazione Apostolica successiva ad un Sinodo, la "Catechesi tradendae", relativa alla IV Assemblea Generale del Sinodo dei Vescovi.

La nostra riconoscenza si riveste poi di entusiasmo per un ulteriore avvenimento che tocca profondamente l'Episcopato e quindi l'intero Corpus Episcoporum della Chiesa. Per Vostra Santità ricorre, infatti, in questo autunno anche il 45° anniversario dell'ordinazione episcopale, dalla quale scaturì per Vostra Santità, in pienezza, la grazia del ministero sacro dei "Pastores Gregis".

Fervidi auguri, Santo Padre, e ancora grazie per quell'Esortazione che firmerà adesso. Grazie Santo Padre.

     

top