Index   Back Top Print

[ EN  - IT  - PT ]

VIAGGIO APOSTOLICO IN COREA, PAPUA NUOVA GUINEA,
ISOLE SALOMONE E THAILANDIA

CERIMONIA DI CONGEDO

DISCORSO DI GIOVANNI PAOLO II

 Port Moresby (Papua Nuova Guinea)
Giove
dì, 10 maggio 1984

 

Cari amici.

Questa breve permanenza a Papua Nuova Guinea mi ha dato grande gioia. Durante questi giorni ho fatto la meravigliosa esperienza di trovarmi con la Chiesa di questa amata regione, circondato dal vivo affetto della sua gente generosa e ospitale. Dico addio a voi tutti con profonda emozione e sincera gratitudine.

1. Desidero rivolgere una particolare parola di ringraziamento a tutti coloro che hanno reso possibile questa visita pastorale. Innanzitutto a sua eccellenza il governatore generale, al primo ministro e a tutti gli illustri membri del governo. Sono ugualmente grato a tutti coloro che hanno preparato e organizzato così bene le varie fasi della mia permanenza qui. Un ringraziamento speciale va ai miei reverendi fratelli nell’episcopato, al clero, ai religiosi e laici, per tutto ciò che hanno fatto nelle loro diocesi per la preparazione spirituale in questa storica occasione.

2. I vari contatti personali, che questa visita mi ha permesso, sono stati molto piacevoli e proficui. Mi hanno consentito di osservare la vita e la vitalità di questa giovane e promettente nazione. E ho constatato di persona come la fede cattolica abbia messo profonde radici in questa terra e abbia cominciato a dare i suoi frutti in misura generosa. Nell’incontrare il clero e i religiosi, i catechisti e i membri delle famiglie cristiane, e specialmente i giovani e i malati, ho potuto scorgere una grande speranza per il futuro della Chiesa in Papua Nuova Guinea, speranza che lo Spirito Santo può portare a compimento. So anche che da questa visita pastorale il legame della comunione ecclesiale, che unisce il Vescovo di Roma con le Chiese locali in questa regione, è stato confermato e rafforzato. Per tutte queste abbondanti benedizioni, sia sempre lodato il nome del Signore! Sia lodato Gesù Cristo, Figlio di Dio, Salvatore del mondo!

3. Mentre lascio il vostro Paese, desidero assicurarvi che non vi dimenticherò mai. Voi avete un posto durevole nel mio cuore, e pregherò sempre per voi. Chiedo al nostro eterno Padre di vegliare su di voi e di conservarvi nel suo amore, e prego che queste benedizioni si estendano a coloro che non ho potuto incontrare, a coloro che vivono nelle zone costiere e montagnose, e nelle zone più lontane di questa nazione.

Che Dio vi benedica con pace e gioia.

Dio benedica Papua Nuova Guinea.

 

© Copyright 1984 -  Libreria Editrice Vaticana

 



© Copyright - Libreria Editrice Vaticana