Index   Back Top Print

[ IT ]

VISITA PASTORALE ALLA PARROCCHIA ROMANA
DEI SANTI URBANO E LORENZO

DISCORSO DI GIOVANNI PAOLO II

Domenica, 12 dicembre 1999

 

Mi sembra che la vostra parrocchia abbia due chiese: una antica e una nuova. Questa è antica. E chi si trova in questa vecchia chiesa? I bambini, i più piccoli, i più giovani. È sempre così: i più piccoli amano i più anziani. Io lo sento.

Vi saluto cordialmente e vi sono vicino in questa terza Domenica d'Avvento, quando già intensamente ci prepariamo alla festa del Santo Natale. Fra due settimane celebreremo il Santo Natale. Questo è il Natale dell'anno 1999. L'anno seguente sarà il 2000, anno giubilare. Ci prepariamo a questo anno giubilare che è simboleggiato dall'apertura della Porta Santa. Voi sapete dov'è questa Porta? A San Pietro, ma non solamente lì: anche nelle altre Basiliche romane. A San Pietro la Porta Santa deve essere aperta nella notte di Natale, tra il 24 e il 25 dicembre. Fra poco: oggi è il 12 dicembre. Ci prepariamo tutti. Io mi preparo con grande preoccupazione, ma anche con grande fiducia.

Invito tutti - i bambini, i giovani, i romani - ad oltrepassare questa Porta santa, ad entrare attraverso la Porta Sant nel Grande giubileo del Duemila.

Al Consiglio Pastorale e ai giovani

La vostra parrocchia ha due chiese: una chiesa piccola che è questa, piccola e antica, e poi una chiesa più grande, più moderna, dove abbiamo celebrato l'Eucaristia. Prima della Santa Messa ho incontrato qui i bambini. Ho detto loro: voi vi trovate in questa vecchia chiesa perché sono gli anziani che amano i bambini, ed anche i bambini che amano gli anziani. Adesso, cosa dire? Ci incontriamo qui con i giovani: i bambini crescono, diventano giovani. Auguro a voi di essere sempre come Gesù. Poi questi giovani diventano anche un Consiglio pastorale! Già si vede che i giovani della vostra parrocchia sono presenti e attivi nella Liturgia e anche in altri ambiti di impegno Allora, vi auguro qui, in questa antica chiesa, che non solamente i bambini ma anche i giovani della parrocchia divengano veri servitori di Cristo, veri apostoli. Che sia fruttuoso il lavoro apostolico e pastorale dei vostri sacerdoti! Che la vostra parrocchia si prepari bene all' Anno Duemila: tutti, ma i giovani specialmente, perché abbiamo la Giornata Mondiale della Gioventù a Roma, tra pochi mesi. Essendo questa l'ultima visita pastorale prima del Natale, auguro buon Natale a tutti: agli anziani, al Consiglio pastorale, ai giovani, ai bambini, a tutte le famiglie.

 

© Copyright 1999 - Libreria Editrice Vaticana

 



© Copyright - Libreria Editrice Vaticana