The Holy See
back up
Search
riga

BENEDETTO XVI

ANGELUS

Piazza San Pietro
Domenica, 7 ottobre 2007

 

Cari fratelli e sorelle,

questa prima domenica di ottobre ci offre due motivi di preghiera e di riflessione: la memoria della Beata Vergine Maria del Rosario, che ricorre proprio oggi, e l'impegno missionario, a cui il mese Ŕ dedicato in modo speciale. L'immagine tradizionale della Madonna del Rosario raffigura Maria che con un braccio sostiene Ges¨ Bambino e con l'altro porge la corona a San Domenico. Questa significativa iconografia mostra che il Rosario Ŕ un mezzo donato dalla Vergine per contemplare Ges¨ e, meditandone la vita, amarlo e seguirlo sempre pi¨ fedelmente. ╚ la consegna che la Madonna ha lasciato anche in diverse sue apparizioni. Penso, in particolare, a quella di Fatima avvenuta 90 anni fa. Ai tre pastorelli Lucia, Giacinta e Francesco, presentandosi come "la Madonna del Rosario", raccomand˛ con insistenza di recitare il Rosario tutti i giorni, per ottenere la fine della guerra. Anche noi vogliamo accogliere la materna richiesta della Vergine, impegnandoci a recitare con fede la corona del Rosario per la pace nelle famiglie, nelle nazioni e nel mondo intero.

Sappiamo, tuttavia, che la vera pace si diffonde lÓ dove gli uomini e le istituzioni si aprono al Vangelo. Il mese di ottobre ci aiuta a ricordare questa fondamentale veritÓ mediante una speciale animazione che tende a tener vivo l'anelito missionario in ogni comunitÓ e a sostenere il lavoro di quanti - sacerdoti, religiosi, religiose e laici - operano sulle frontiere della missione della Chiesa. Con speciale cura ci prepariamo a celebrare, il prossimo 21 ottobre, la Giornata Missionaria Mondiale, che avrÓ come tema: "Tutte le Chiese per tutto il mondo". L'annuncio del Vangelo resta il primo servizio che la Chiesa deve all'umanitÓ, per offrire la salvezza di Cristo all'uomo del nostro tempo, in tante forme umiliato e oppresso, e per orientare in senso cristiano le trasformazioni culturali, sociali ed etiche che sono in atto nel mondo. Quest'anno un ulteriore motivo ci spinge ad un rinnovato impegno missionario: il 50░ anniversario dell'Enciclica Fidei donum del Servo di Dio Pio XII, che promosse e incoraggi˛ la cooperazione tra le Chiese per la missione ad gentes. Mi piace ricordare anche che 150 anni or sono partirono per l'Africa, precisamente per l'attuale Sudan, cinque preti e un laico dell'Istituto di Don Mazza di Verona. Tra loro vi era San Daniele Comboni, futuro Vescovo dell'Africa centrale e patrono di quelle popolazioni, la cui memoria liturgica ricorre il prossimo 10 ottobre.

All'intercessione di questo pioniere del Vangelo e dei numerosi altri Santi e Beati missionari, particolarmente alla materna protezione della Regina del Santo Rosario affidiamo tutti i missionari e le missionarie. Ci aiuti Maria a ricordarci che ogni cristiano Ŕ chiamato ad essere annunciatore del Vangelo con la parola e con la vita.


Dopo l'Angelus:

Sono lieto ora di salutare i giovani che nei giorni scorsi hanno animato la quarta edizione della Missione di Roma denominata "Ges¨ al centro". Mi congratulo con voi, cari amici, perchÚ avete portato l'annuncio dell'amore di Dio per le strade, in alcuni ospedali e scuole della cittÓ. L'esperienza missionaria fa parte della formazione cristiana, ed Ŕ importante che gli adolescenti e i giovani possano viverla in prima persona. Continuate a testimoniare il Vangelo ogni giorno e impegnatevi generosamente nelle prossime iniziative missionarie nella Diocesi di Roma.

Un saluto speciale rivolgo poi alle migliaia di ragazzi radunati nella Basilica di San Paolo fuori le Mura, dove partecipano alla Santa Messa celebrata dal Cardinale Fiorenzo Angelini in occasione della "Terza Festa dello Sportivo", che ha come tema "Sport, Amicizia, Preghiera". Cari ragazzi, siete venuti da tutto il Lazio per questo significativo appuntamento: sappiate sempre unire lo sport, l'amicizia e la vita spirituale. Buona festa!

Oggi in Italia ricorre la Giornata per l'abbattimento delle barriere architettoniche. Auspico che le istituzioni e i singoli cittadini siano sempre pi¨ attenti a questo obiettivo sociale, e incoraggio l'opera che a tale scopo compie l'Associazione FIABA, con il patrocinio delle pi¨ alte AutoritÓ dello Stato.

Je suis heureux de vous accueillir, chers pŔlerins francophones, pour la priŔre mariale de l’AngÚlus. Aujourd’hui avec Saint Paul, je vous encourage Ó rÚveiller en vous le don de Dieu et Ó rependre la priŔre des Ap˘tres afin que le Seigneur ź augmente en vous la foi ╗, pour ŕtre des tÚmoins joyeux de l’espÚrance. Avec ma BÚnÚdiction apostolique.

I extend heartfelt greetings to the English-speaking visitors here today. In this month of October, dedicated to the Holy Rosary, we ponder with Mary the mysteries of our salvation, and we ask the Lord to help us grow in our understanding of the marvellous things he has done for us. May God fill you with his love and may he grant you and all those dear to you his blessings of joy and peace.

Einen herzlichen Gru▀ richte ich an alle Pilger aus dem deutschen Sprachraum. Im Monat Oktober verehren wir Maria in besonderer Weise als die K÷nigin des heiligen Rosenkranzes. Im Rosenkranzgebet schauen wir mit Maria auf Christus. Die Mutter zeigt uns ihren Sohn und will, da▀ auch wir ihm immer ganz nahe sind und in Gemeinschaft mit ihm leben. Vertrauen wir der Macht des Gebetes und bitten wir Maria, unsere himmlische Mutter, um ihre FŘrsprache. Der Herr schenke euch allen seine Gnade.

Saludo con afecto a los fieles de lengua espa˝ola. Queridos hermanos: En este domingo en que celebramos la fiesta de la Virgen del Rosario os invito a rezar cada dÝa, con mßs piedad y devociˇn, esta tradicional oraciˇn mariana, y que la contemplaciˇn de los principales misterios de la vida de Nuestro Se˝or Jesucristo aumente en nosotros la fe, la esperanza y la caridad. íFeliz domingo!

Pozdrawiam wszystkich Polakˇw. Dziś obchodzimy wspomnienie Matki Bożej Rˇżańcowej. W tajemnicach rˇżańca Maryja wprowadza nas w zbawcze dzieło Chrystusa. Gorąco zachęcam do tej modlitwy. Niech jednoczy rodziny i niesie pokˇj dla świata. Niech wam Bˇg błogosławi.

[Saluto tutti i polacchi. Oggi ricorre la memoria della Beata Maria Vergine del Rosario. Nei misteri del Rosario, Maria ci introduce nell’opera salvifica di Cristo. Ardentemente incoraggio questa preghiera. Unisca le famiglie e porti la pace per il mondo. Dio vi benedica.]

Rivolgo infine un cordiale saluto ai pellegrini di lingua italiana, in particolare ai fedeli provenienti da Taýno. A tutti auguro una buona domenica.

 

 

ę Copyright 2007 - Libreria Editrice Vaticana

 

top