The Holy See
back up
Search
riga

SOLENNIT└ DI TUTTI I SANTI

BENEDETTO XVI

ANGELUS

Piazza San Pietro
Giovedý, 1░ novembre 2007

 

Cari fratelli e sorelle!

Nell’odierna solennitÓ di Tutti i Santi, il nostro cuore, oltrepassando i confini del tempo e dello spazio, si dilata alle dimensioni del Cielo. Agli inizi del Cristianesimo, i membri della Chiesa venivano chiamati anche "i santi". Nella Prima Lettera ai Corinzi, ad esempio, san Paolo si rivolge "a coloro che sono stati santificati in Cristo Ges¨, chiamati ad essere santi insieme a tutti quelli che in ogni luogo invocano il nome del Signore nostro Ges¨ Cristo" (1 Cor 1,2). Il cristiano, infatti, Ŕ giÓ santo, perchÚ il Battesimo lo unisce a Ges¨ e al suo mistero pasquale, ma deve al tempo stesso diventarlo, conformandosi a Lui sempre pi¨ intimamente. A volte si pensa che la santitÓ sia una condizione di privilegio riservata a pochi eletti. In realtÓ, diventare santo Ŕ il compito di ogni cristiano, anzi, potremmo dire, di ogni uomo! Scrive l’Apostolo che Dio da sempre ci ha benedetti e ci ha scelti in Cristo "per essere santi e immacolati al suo cospetto nella caritÓ" (Ef 1,3-4). Tutti gli esseri umani sono pertanto chiamati alla santitÓ che, in ultima analisi, consiste nel vivere da figli di Dio, in quella "somiglianza" con Lui secondo la quale sono stati creati. Tutti gli esseri umani sono figli di Dio, e tutti devono diventare ci˛ che sono, attraverso il cammino esigente della libertÓ. Tutti Iddio invita a far parte del suo popolo santo. La "Via" Ŕ Cristo, il Figlio, il Santo di Dio: nessuno giunge al Padre se non per mezzo di Lui (cfr Gv 14,6).

Sapientemente la Chiesa ha posto in stretta successione la festa di Tutti i Santi e la Commemorazione di tutti i fedeli defunti. Alla nostra preghiera di lode a Dio e di venerazione degli spiriti beati, che oggi la liturgia ci presenta come "una moltitudine immensa, che nessuno poteva contare, di ogni nazione, razza, popolo e lingua" (Ap 7,9), si unisce la preghiera di suffragio per quanti ci hanno preceduto nel passaggio da questo mondo alla vita eterna. Ad essi domani dedicheremo in modo speciale la nostra preghiera e per essi celebreremo il Sacrifico eucaristico. In veritÓ, ogni giorno la Chiesa ci invita a pregare per loro, offrendo anche le sofferenze e le fatiche quotidiane affinchÚ, completamente purificati, essi siano ammessi a godere in eterno la luce e la pace del Signore.

Al centro dell’assemblea dei Santi, risplende la Vergine Maria, "umile ed alta pi¨ che creatura" (Dante, Paradiso, XXXIII, 2). Ponendo la nostra mano nella sua, ci sentiamo animati a camminare con pi¨ slancio sulla via della santitÓ. A Lei affidiamo il nostro impegno quotidiano e La preghiamo oggi anche per i nostri cari defunti, nell’intima speranza di ritrovarci un giorno tutti insieme, nella comunione gloriosa dei Santi.


Dopo l'Angelus:

Je vous salue de tout cœur, pŔlerins francophones venus participer Ó la priŔre de l’AngÚlus, en particulier le groupe de la MaisonnÚe Saint-Joseph de Montpellier. En ce jour o¨ nous cÚlÚbrons la fŕte de tous les saints, chacun est invitÚ Ó entendre les bÚatitudes, qui constituent comme un carnet de route pour dÚcouvrir la voie de la saintetÚ. Puisse chacun reconnaţtre dans le Christ celui qui seul peut donner le vrai bonheur et la vie Úternelle. Avec la BÚnÚdiction apostolique.

I greet all the English-speaking pilgrims and visitors present at today’s Angelus. The Solemnity of All Saints calls us to deepen our communion with the great figures of the Church who radiate the splendour of God’s kingdom of truth and love. May we strive to imitate their heroic virtues and follow their example along the path of perfection. I wish you and your families a happy feast day. May God bless you all!

Zum Hochfest Allerheiligen grŘ▀e ich ganz herzlich alle Pilger und Besucher hier auf dem Petersplatz. Die Heiligen sind Zeugen der unendlichen Liebe Gottes, die Řber den Tod hinausreicht. Wir wollen ihr Vorbild nachahmen und uns ihrer treuen FŘrsprache anvertrauen. Der Heilige Geist bestńrke uns dabei und fŘhre uns zur vollkommenen Gemeinschaft mit Jesus Christus, dem wahren Leben, und mit allen seinen Heiligen. – Liebe Freunde, euch und euren Familien erbitte ich den Beistand des Herrn auf allen Wegen.

Saludo con afecto a los peregrinos de lengua espa˝ola que participan en esta oraciˇn mariana del ┴ngelus. En la solemnidad de Todos los Santos, la Iglesia se goza al contemplar a tantos hijos suyos que, a travÚs de los siglos, han llegado a la casa del Padre. Ellos nos acompa˝an con su intercesiˇn. Que su fidelidad a la voluntad de Dios nos estimule a avanzar con humildad y perseverancia en el camino de la santidad, siendo en todas partes testigos valientes de Cristo.

Pozdrawiam Polakˇw. Dzisiejsza uroczystość przypomina nam, że wszyscy jesteśmy powołani do świętości. Święci, ktˇrym oddajemy chwałę, dają nam przykład miłości do Boga i do ludzi, owocnej wspˇłpracy z łaską Bożą i wspierają nas na naszych drogach świętości. Niech na tych drogach towarzyszy wam Boże błogosławieństwo.

[Saluto i polacchi. La solennitÓ odierna ci ricorda che tutti siamo chiamati alla santitÓ. I Santi che onoriamo ci danno l’esempio dell’amore per Dio e per gli uomini, della fruttuosa collaborazione con la grazia divina e ci sostengono nel nostro cammino di santitÓ. In questo cammino vi accompagni la benedizione di Dio.]

Rivolgo il mio saluto cordiale ai pellegrini di lingua italiana. Pensando alla schiera innumerevole di Santi e Sante che sono nati ed hanno vissuto in questa terra, incoraggio il popolo italiano a seguire sempre i loro esempi conservando i valori evangelici, per tenere alto il profilo morale della convivenza civile. Buona festa a tutti!

 

ę Copyright 2007 - Libreria Editrice Vaticana

 

top