The Holy See
back up
Search
riga

SOLENNIT└ DI MARIA SS.MA MADRE DI DIO
XLI GIORNATA MONDIALE DELLA PACE

BENEDETTO XVI

ANGELUS

Piazza San Pietro
Martedý, 1░ gennaio 2008

 

Cari fratelli e sorelle!

Abbiamo iniziato un nuovo anno e auguro che esso sia per tutti sereno e proficuo. Lo affido alla celeste protezione della Madonna, che oggi la liturgia ci fa invocare con il suo titolo pi¨ importante, quello di Madre di Dio. Con il suo "sý" all'Angelo, il giorno dell'Annunciazione, la Vergine ha concepito nel suo seno, per opera dello Spirito Santo, il Verbo eterno, e nella notte di Natale lo ha dato alla luce. A Betlemme, nella pienezza dei tempi, Ŕ nato da Maria Ges¨: il Figlio di Dio si Ŕ fatto uomo per la nostra salvezza e la Vergine Ŕ diventata vera Madre di Dio. Questo immenso dono che Maria ha ricevuto non Ŕ riservato a Lei soltanto, ma Ŕ per tutti noi. Nella sua verginitÓ feconda, infatti, Iddio ha donato "agli uomini i beni della salvezza eterna... perchÚ per mezzo di lei abbiamo ricevuto l'autore della vita" (cfr Orazione colletta). Maria dunque, dopo aver dato una carne mortale all'Unigenito Figlio di Dio, Ŕ diventata madre dei credenti e dell'intera umanitÓ.

Ed Ŕ proprio nel nome di Maria, madre di Dio e degli uomini, che da 40 anni si celebra, il primo giorno dell’anno, la Giornata Mondiale della Pace. Il tema che ho scelto per l’odierna circostanza Ŕ: "Famiglia umana, comunitÓ di pace". Lo stesso amore che costruisce e tiene unita la famiglia, cellula vitale della societÓ, favorisce l’instaurarsi tra i popoli della terra di quei rapporti di solidarietÓ e di collaborazione che si addicono a membri dell’unica famiglia umana. Lo ricorda il Concilio Vaticano II quando afferma che "tutti i popoli costituiscono una sola comunitÓ, hanno un’unica origine … ed hanno anche un solo fine ultimo, Dio" (Dichiarazione Nostra aetate, 1). Esiste pertanto uno stretto legame tra famiglia, societÓ e pace. "Chi anche inconsapevolmente osteggia l’istituto familiare – osservo nel Messaggio per questa Giornata della Pace – rende fragile la pace nell’intera comunitÓ, nazionale e internazionale, perchÚ indebolisce quella che, di fatto, Ŕ la principale źagenzia╗ di pace" (n. 5). Ed inoltre, "non viviamo gli uni accanto agli altri per caso; stiamo tutti percorrendo uno stesso cammino come uomini e quindi come fratelli e sorelle" (n. 6). E’ allora veramente importante che ciascuno assuma le proprie responsabilitÓ davanti a Dio e riconosca in Lui la sorgente originaria della propria e dell’altrui esistenza. Da questa consapevolezza scaturisce un impegno a fare dell’umanitÓ una vera comunitÓ di pace, retta da una "legge comune, che aiuti la libertÓ ad essere veramente se stessa … e che protegga il debole dal sopruso del pi¨ forte" (n. 11).

Maria, Madre del Principe della pace, sostenga la Chiesa nel suo operare instancabilmente al servizio della pace, e aiuti la comunitÓ dei popoli, che celebra nel 2008 il 60░ anniversario della Dichiarazione universale dei diritti dell’uomo, a percorrere un cammino di autentica solidarietÓ e di stabile pace.


Dopo l'Angelus:

Ringrazio cordialmente quanti mi hanno fatto pervenire espressioni augurali per il nuovo anno. In modo speciale sono riconoscente al Signor Presidente della Repubblica Italiana, che lo ha fatto ieri sera nel messaggio televisivo alla nazione. Ricambio ben volentieri il suo augurio, formulando ogni migliore auspicio per la sua alta missione e per la concordia e la prosperitÓ dell’amato popolo italiano.

In occasione della Giornata Mondiale della Pace sono innumerevoli le iniziative promosse dalle ComunitÓ ecclesiali in ogni continente. A tutti i promotori e i partecipanti giunga il mio apprezzamento, con l’incoraggiamento ad essere sempre e dovunque testimoni di pace e di riconciliazione. Saluto in particolare quanti hanno dato vita alla manifestazione denominata "Pace in tutte le terre", organizzata dalla ComunitÓ di Sant’Egidio a Roma e in molte altre cittÓ del mondo.

└ vous tous, chers pŔlerins francophones, j’adresse mes salutations cordiales. Que la Vierge Marie soit votre guide chaque jour et que, comme elle, vous soyez disponibles Ó l’œuvre de l’Esprit Saint en vous. Priant pour que, tout au long des jours, le Seigneur vous accorde, ainsi qu’Ó vos familles, la paix et l’espÚrance, je vous souhaite une heureuse et sainte annÚe. Avec ma BÚnÚdiction apostolique.

I greet all the English-speaking visitors gathered for this Angelus prayer on New Year’s Day. On this, the Octave of Christmas, the Church honours Mary, the ever-virgin Mother of God, whose complete openness to God’s saving plan bore fruit in the birth of the Prince of Peace. May the peace proclaimed by the angels at Bethlehem take ever deeper root in men’s hearts, and inspire the whole human family to live in harmony, justice and fraternal solidarity. To you and your families I offer cordial good wishes for a happy New Year!

Einen frohen Neujahrsgru▀ richte ich an alle deutschsprachigen BrŘder und Schwestern. Unter ihnen grŘ▀e ich besonders die Sternsinger aus Deutschland und ihre Begleiter, die in diesen Tagen die 50. Aktion Dreik÷nigssingen des Kindermissionswerkes durchfŘhren. Gott ist Mensch geworden, um durch sein Licht und seine Liebe unser Leben hell zu machen. Im Licht seines Angesichts wollen wir in diesem neuen Jahr unseren Weg gehen. Dabei schauen wir vertrauensvoll auf Maria, die uns Jesus Christus, den Urheber des Lebens, geboren hat und so zur Mutter des Heils fŘr uns alle geworden ist. Von ganzem Herzen erbitte ich euch allen Gottes Segen fŘr ein gutes und friedliches Neues Jahr.

Saludo a los peregrinos de lengua espa˝ola aquÝ presentes y a cuantos se unen al rezo del Angelus a travÚs de la radio y la televisiˇn. Al comenzar este nuevo a˝o os expreso mis mejores deseos de paz, que tiene en la familia un fundamento insustituible. Confiemos este anhelado don a la intercesiˇn de MarÝa, Madre de Dios y Madre de todos.íFeliz A˝o Nuevo!

A todos os peregrinos de lÝngua portuguesa, uma cordial saudašŃo com votos de feliz Ano Novo, cheio das bŕnšŃos do CÚu que Jesus Cristo nos trouxe e oferece a todos!

Pozdrawiam wszystkich Polakˇw. Patronce dnia dzisiejszego Maryi Matce Bożej zawierzam rozpoczynający się rok. Niech będzie szczęśliwy i obfituje w łaski. Serdecznie wam błogosławię.

[Saluto tutti i polacchi. A Maria Santissima Madre di Dio, che oggi celebriamo, affido l’anno da poco iniziato. Sia felice e abbondi di grazie. Vi benedico di cuore.]

Saluto i pellegrini di lingua italiana, in particolare gli aderenti al Movimento dell’amore familiare, che questa notte hanno vegliato in Piazza San Pietro pregando per le famiglie e per la grande Famiglia della Chiesa; come pure i giovani Orionini, venuti dall’Italia e da altri Paesi europei per un Capodanno all’insegna dell’amicizia e dell’impegno. Saluto inoltre il Centro Sportivo Italiano e benedico volentieri la "Fiaccola della Pace", che un maratoneta recherÓ in Terra Santa. Estendo il mio pensiero al circolo culturale "Gente con l’anima", di Chioggia, e a tutti i presenti, augurando abbondanza di pace e di bene. Buon anno!

 

ę Copyright 2008 - Libreria Editrice Vaticana

     

top