The Holy See
back up
Search
riga

BENEDETTO XVI

ANGELUS

Piazza San Pietro
Domenica, 12 ottobre 2008

 

Mentre ci avviamo a concludere questa Celebrazione con la recita dell’Angelus, desidero rivolgere il mio saluto ai pellegrini che, da vari Paesi, sono venuti numerosi a rendere omaggio ai nuovi Santi.

I cordially greet the English-speaking pilgrims, in particular the Official Delegation from India and all those who have come to celebrate the canonization of Saint Alphonsa of the Immaculate Conception. Her heroic virtues of patience, fortitude and perseverance in the midst of deep suffering remind us that God always provides the strength we need to overcome every trial. As the Christian faithful of India give thanks to God for their first native daughter to be presented for public veneration, I wish to assure them of my prayers during this difficult time. Commending to the providential care of Almighty God those who strive for peace and reconciliation, I urge the perpetrators of violence to renounce these acts and join with their brothers and sisters to work together in building a civilization of love. God bless you all!

[Saluto cordialmente i pellegrini anglofoni, in particolare la delegazione ufficiale dell'India e tutti coloro che sono giunti qui per celebrare la canonizzazione di sant'Alfonsa dell'Immacolata Concezione. Le sue virtù eroiche di pazienza, fortezza e perseveranza in mezzo a profonda sofferenza ci ricordano che Dio dona sempre la forza di cui abbiamo bisogno per superare ogni difficoltà. Mentre i fedeli cristiani dell'India rendono grazie a Dio per la loro prima figlia nativa esposta alla pubblica venerazione, desidero assicurare loro delle mie preghiere in questo momento difficile. Affidando alla divina sollecitudine di Dio Onnipotente quanti si adoperano per la pace e la riconciliazione, esorto chi perpetra la violenza a rinunciare a questi atti e a unirsi ai loro fratelli e alle loro sorelle per cooperare all'edificazione di una civiltà dell'amore. Dio vi benedica tutti!]

Mit Freude heiße ich alle Gläubigen deutscher Sprache willkommen; besonders grüße ich die offizielle Delegation und die zahlreichen Pilger aus der Schweiz sowie die Franziskaner Missionsschwestern von Maria Hilf. Die heilige Maria Bernarda hat ihr Leben ganz dem Herrn anvertraut. So ist sie zu einem Instrument der Liebe Gottes geworden, die sie bis an die Enden der Erde verkündet hat. Nach ihrem Vorbild wollen auch wir uns darum bemühen, den Gott der Liebe und der Hoffnung zu den Menschen zu bringen. Der Herr schenke euch dazu die Fülle seiner Gnade.

[Con gioia porgo il benvenuto a tutti i fedeli di lingua tedesca. In particolare saluto la delegazione e i numerosi pellegrini della Svizzera così come le suore missionarie francescane di Maria Hilf. La santa Maria Bernarda ha affidato completamente la propria vita a Dio. Così è divenuta uno strumento dell'amore di Dio, che ha annunciato fino agli estremi della terra. Seguendo il suo esempio vogliamo anche noi impegnarci per portare agli uomini il Dio di amore e di speranza. Per questo il Signore vi doni la pienezza della sua grazia!]

Dirijo un caluroso saludo a los peregrinos que han venido a Roma para participar en la gozosa celebración de proclamación de nuevos Santos. En especial a los Señores Arzobispos y Obispos que les acompañan, a las Hermanas Franciscanas Misioneras de María Auxiliadora, así como a las Delegaciones y demás Autoridades de Colombia y Ecuador que han venido en representación de aquellas tierras tan fecundas en frutos de santidad. Que las nuevas santas intercedan por todos sus conciudadanos de hoy para que, siguiendo su ejemplo de coherencia en la fe y de caridad hacia los hermanos, den constantemente testimonio del amor de Cristo por todos los hombres, aportando así nuevo vigor a las raíces cristianas de sus pueblos e iluminando la construcción de una sociedad más justa y solidaria, inspirándose en los valores del Evangelio. Muchas gracias.

[Rivolgo un cordiale saluto ai pellegrini che sono venuti a Roma per partecipare alla gioiosa celebrazione di proclamazione di nuovi santi. Saluto in particolare gli arcivescovi e i vescovi che li accompagnano, le suore francescane missionarie di Maria Ausiliatrice, e anche le delegazioni e le altre autorità della Colombia e dell'Ecuador, che sono venute in rappresentanza di quelle terre tanto feconde in frutti di santità. Che le nuove sante intercedano per tutti i loro concittadini di oggi affinché, seguendo il loro esempio di coerenza nella fede e di carità verso i fratelli, rendano costantemente testimonianza dell'amore di Cristo per tutti gli uomini, apportando così nuovo vigore alle radici cristiane dei loro popoli e illuminando la costruzione di una società più giusta e solidale, inspirandosi ai valori del Vangelo! Grazie.]

Je vous salue cordialement, chers pèlerins francophones. Aujourd’hui, suite à l’appel du Seigneur et à l’exemple des Saints qui viennent d’être canonisés, nous sommes conviés à être, à la croisée des chemins, des témoins audacieux de la Parole de Dieu pour inviter aux noces de l’Évangile tous ceux que nous rencontrons. Puisse notre prière accompagner l’Assemblée générale du Synode des Évêques pendant la durée de ses travaux ! Avec ma Bénédiction Apostolique.

[Vi saluto cordialmente, cari pellegrini francofoni. Oggi, rispondendo all'appello del Signore e seguendo l'esempio dei santi che sono stati appena canonizzati, siamo invitati a essere, nel crocevia dei cammini, testimoni audaci della Parola di Dio, per invitare alle nozze del Vangelo tutti coloro che incontriamo. Possa la nostra preghiera accompagnare l'Assemblea generale del Sinodo dei Vescovi per tutta la durata dei suoi lavori! Con la mia Benedizione Apostolica.]

Wśród uczestników tej uroczystej kanonizacji pozdrawiam pielgrzymów polskich. Dzisiaj w waszej ojczyźnie jest obchodzony dzień poświęcony pamięci mojego umiłowanego poprzednika Jana Pawła II. Błogosławię wszelkie inicjatywy, które upamiętniają Jego Osobę. Was wszystkich serdecznie polecam Bogu w modlitwie.

[Tra i partecipanti a questa solenne canonizzazione, saluto anche i pellegrini polacchi. Nella vostra patria viene celebrata oggi la giornata dedicata alla memoria del mio amato predecessore Giovanni Paolo II. Benedico ogni iniziativa che commemora la sua persona. Nella preghiera vi raccomando tutti a Dio.]

Rivolgo infine un cordiale saluto ai pellegrini di lingua italiana, specialmente ai figli spirituali di san Gaetano Errico e ai fedeli provenienti da Napoli e dalla Campania. Cari amici, nella vita dei santi e nelle loro realizzazioni si riscontra sempre la forte presenza spirituale della Vergine Maria. Mi piace sottolineare, in questo mese di ottobre, il loro attaccamento alla preghiera del Rosario, quale mezzo di quotidiana unione con Gesù, quale fonte di ispirazione e di conforto, quale strumento di intercessione per le necessità della Chiesa secondo le intenzioni del Papa. A questo proposito, vi invito a pregare per la riconciliazione e la pace in alcune situazioni che provocano allarme e grande sofferenza: penso alle popolazioni del Nord Kivu, nella Repubblica Democratica del Congo, e penso alle violenze contro i cristiani in Iraq e in India, che ricordo quotidianamente al Signore. Invochiamo la protezione di Maria, Regina dei Santi, anche sui lavori del Sinodo dei Vescovi riunito in questi giorni in Vaticano.

     

© Copyright 2008 - Libreria Editrice Vaticana

top