The Holy See
back up
Search
riga

LETTERA DI SUA SANTITÀ BENEDETTO XVI
AL CARD. CAMILLO RUINI IN OCCASIONE
DELLA SECONDA "GIORNATA DEL PELLEGRINO"
PROMOSSA DALL’OPERA ROMANA PELLEGRINAGGI
NELLA RICORRENZA DELLA PRIMA APPARIZIONE
DELLA VERGINE A FATIMA

 

Al Venerato Fratello
il Signor Cardinale CAMILLO RUINI
Vicario Generale per la Diocesi di Roma

Con gioia mi unisco a quanti si raccolgono oggi in Piazza San Pietro, attorno alla statua della Madonna di Fatima, per affidare all’intercessione di Maria le grandi intenzioni della Chiesa e del mondo. Venticinque anni or sono, nella stessa Piazza San Pietro, venne gravemente ferito il Servo di Dio Giovanni Paolo II: una lapide in marmo bianco, posta nel luogo esatto dell’attentato, a cura del Governatorato dello Stato della Città del Vaticano, ricorderà d’ora in poi quel drammatico evento.

Saluto tutti con affetto, in primo luogo i venerati Fratelli Cardinali e Vescovi presenti, ringraziando di cuore coloro che hanno ideato e realizzato questa iniziativa, che dimostra quanto sentita sia la presenza di Maria e quanto vivo sia il ricordo dell’amato Giovanni Paolo II nella Chiesa, specialmente nella comunità cristiana di Roma.

Vegli Maria sui pastori e sul popolo cristiano; guidi i  passi delle Nazioni verso il pieno compimento della volontà del Signore e ottenga per tutti la pace: pace nei cuori, nelle famiglie e fra i popoli. Possa il messaggio di Fatima essere sempre più accolto, compreso e vissuto in ogni comunità.

Con questi sentimenti imparto a Lei, venerato Fratello, e a tutti i presenti la mia affettuosa Benedizione. La Madre di Cristo protegga la città di Roma, la Chiesa e il mondo intero!

Dal Vaticano, 13 Maggio 2006

BENEDICTUS PP. XVI

 

© Copyright 2006 - Libreria Editrice Vaticana  

    

top