The Holy See
back up
Search
riga

DISCORSO DI SUA SANTITÀ BENEDETTO XVI
AL PERSONALE DELLE VILLE PONTIFICIE

Castel Gandolfo
Venerdì, 23 settembre 2005

 

Cari fratelli e sorelle!

Il mio soggiorno estivo a Castel Gandolfo sta quasi per concludersi e sono lieto di accogliervi in quest’incontro, che mi offre la possibilità di manifestarvi la mia cordiale riconoscenza per il lavoro che diligentemente svolgete.

Saluto il Direttore Generale delle Ville Pontificie, dottor Saverio Petrillo, grato per le cortesi espressioni che mi ha rivolto. Con lui saluto gli altri funzionari e tutto il personale. Prima di rientrare in Vaticano mi preme ringraziarvi, perché, anche con il contributo di ognuno di voi, ho potuto trascorrere un sereno e distensivo periodo di riposo. Porto con me ottimi ricordi e certamente questo sarà anche per me un "Vaticano II".

Vorrei inoltre indirizzare un saluto ai vostri familiari, che hanno voluto gentilmente accompagnarvi, insieme con i bambini, formando così una grande famiglia.

A Dio, sorgente di ogni bene, chiedo di benedire voi e le vostre famiglie. Sia Dio stesso il vostro sostegno in ogni momento, ricorrete al suo aiuto sempre e non stancatevi di rendergli, ogni giorno della vostra esistenza, una coerente testimonianza di fedeltà.

Vi assicuro il mio orante ricordo, invocando su di voi e sui vostri cari la protezione di San Pio da Pietrelcina, del quale oggi facciamo memoria. L’amore per l’Eucaristia e per il Crocifisso e lo spirito di docilità alla Chiesa, che hanno animato l’intera sua umana vicenda, vi siano di stimolo per vivere sempre più uniti a Cristo.

Ed ora, augurandovi ogni desiderato bene, imparto di cuore a voi tutti qui presenti ed alle persone che vi sono care una speciale Benedizione Apostolica.

 

© Copyright 2005 - Libreria Editrice Vaticana

   

top