The Holy See
back up
Search
riga
GIOVANNI PAOLO II

ANGELUS

Domenica, 22 febbraio 1998

   

Carissimi Fratelli e Sorelle!

1. Oggi, festa liturgica della Cattedra di San Pietro, ho avuto la gioia di concelebrare solennemente l'Eucaristia con i nuovi Cardinali, creati nel Concistoro di ieri, e di consegnare loro l'anello, simbolo di uno speciale vincolo con il Successore di Pietro. La festa di oggi ci offre l'opportunità di ringraziare Dio per aver donato alla Chiesa, nel ministero petrino, un centro di unità nella verità e nella carità.

Quando Gesù - come attestano i Vangeli - rivolse ai suoi discepoli la domanda cruciale: "Voi chi dite che io sia?" (Mt 16,15), fu Simon Pietro a rispondere: "Tu sei il Cristo, il Figlio del Dio vivente" (Mt 16,16). In quel giorno Cristo riconobbe il particolare carisma donato dal Padre al pescatore di Galilea, carisma di fede schietta e solida. Per questo lo chiamò "Cefa", che in ebraico significa "roccia", e promise che su quella fede avrebbe edificato la sua Chiesa (cfr Mt 16,17-18). Attraverso i secoli, ed anche oggi, alle soglie del terzo millennio, Pietro, nella persona dei suoi Successori, è chiamato a confessare e proclamare che Gesù è il Cristo, il Salvatore. A lui è unito il Collegio dei Vescovi e con lui collabora, in modo specialissimo, quello dei Cardinali.

2. Carissimi Fratelli e Sorelle, accompagno questi nuovi Porporati con la preghiera che da Piazza San Pietro si allarga al mondo intero. Insieme con voi, invoco su ciascuno di essi e sul loro ministero la materna protezione di Maria, Regina degli Apostoli.

A Lei affidiamo anche il cammino penitenziale della Quaresima, che inizierà mercoledì prossimo con il solenne rito delle Ceneri. Preghiamo perché ogni cristiano e le singole comunità ecclesiali sappiano compiere un autentico itinerario di conversione, in preparazione al Grande Giubileo del Duemila.


Dopo-Angelus

I extend a warm welcome to the English-speaking visitors taking part in our Angelus prayer. In particular I greet the pilgrims from the United States of America, Canada, Taiwan, Tanzania and Zambia who are here to honour the newly-created Cardinals. May the events of these days strengthen your faith and give you an ever more ardent love of the Church. Let us increase our prayers to the Blessed Mother for peace in the world.

J'adresse aux pèlerins de langue française un cordial salut, particulièrement à ceux qui sont venus de France entourer l'Archevêque de Lyon, nouveau Cardinal. Chers amis, au terme de cette liturgie solennelle, invoquons la Mère du Seigneur pour qu'elle aide toute l'Église à témoigner de l'Évangile dans la foi et l'amour!

Ich grüße die Pilger aus den Ländern deutscher Sprache, die aus Anlaß des Konsistoriums zu den Gräbern der Apostelfürsten gekommen sind. Besonders heiße ich die Gläubigen aus der Erzdiözese Wien und aus ganz Österreich willkommen, die zusammen mit ihrem neuen Kardinal die Eucharistie auf dem Petersplatz mitgefeiert haben.

Me complace dar la bienvenida a los peregrinos venidos de Chile, Colombia, España y México, para participar con alegría en los actos con los que han sido elevados a la dignidad cardenalicia cuatro Pastores de esos países de lengua española. Os saludo a todos con gran afecto y os deseo que la peregrinación a Roma en esta significativa circunstancia confirme vuestra fe y os haga valientes testigos de la misma en vuestra sociedad.

Saúdo cordialmente os peregrinos de língua portuguesa, de modo especial os familiares e amigos do Senhor Arcebispo de Belo Horizonte, no Brasil, agora agregado ao Colégio Cardinalício: a Santíssima Virgem guie e proteja maternalmente os vossos passos, ao serviço do anúncio e testemunho da Boa Nova de Jesus Cristo.

Serdecznie pozdrawiam moich Rodaków przybylych na uroczystosci konsystorza publicznego. Wsród nowych kardynalów znajduje sie takze nasz Rodak, dlugoletni misjonarz w Zambii. Niech Bóg blogoslawi Jemu i wszystkim polskim misjonarzom.

Rivolgo, infine, un cordiale saluto ai pellegrini venuti per circondare di orante e festoso affetto i sette neo-Cardinali italiani. Vi ringrazio, carissimi, per la vostra numerosa presenza e vi invito a sostenere sempre con la preghiera il Successore di Pietro ed i suoi più stretti Collaboratori. La comunione tra fedeli e Pastori, che oggi si manifesta così visibilmente, salga a Dio come offerta gradita, a lode della sua gloria.

Traduzione del polacco

Saluto cordialmente i miei connazionali venuti al Concistoro Pubblico. Tra i nuovi Cardinali si trova anche il nostro connazionale, da lunghi anni missionario nello Zambia. Che Dio benedica lui e tutti missionari polacchi.

  

© Copyright 1998 - Libreria Editrice Vaticana

top