The Holy See
back up
Search
riga

GIOVANNI PAOLO II

ANGELUS

Domenica 9 settembre 2001

 

Carissimi Fratelli e Sorelle!

1. Vorrei quest'oggi invitarvi a pregare per alcuni importanti appuntamenti ecclesiali, che avranno luogo prossimamente. Intendo riferirmi anzitutto alla breve, ma intensa visita pastorale, che avrò la gioia di compiere, a Dio piacendo, nella Diocesi di Frosinone-Veroli-Ferentino la mattina di domenica prossima. Sarà per me un grande piacere incontrare le care popolazioni della Ciociaria, alle quali fin d'ora rivolgo un caloroso saluto.

Sabato 22 settembre partirò invece per un Viaggio apostolico, che mi porterà in Kazakhstan e in Armenia, due Repubbliche dell'ex-Unione Sovietica diventate indipendenti dieci anni fa. Il Kazakhstan, uno dei primi Paese nel mondo per estensione, si trova al confine dei continenti europeo e asiatico e la sua popolazione è formata da oltre cento etnie e culture diverse. L'Armenia è la patria di uno dei popoli più antichi del vicino Oriente, che abbracciò ufficialmente il Cristianesimo ben diciassette secoli or sono ed è depositario di un patrimonio religioso e culturale di singolare ricchezza. Auspico di cuore che queste mie visite contribuiscano alla causa della nuova evangelizzazione e del dialogo ecumenico.

2. Dal 30 settembre, poi, al 27 ottobre si terrà in Vaticano la decima Assemblea Generale Ordinaria del Sinodo dei Vescovi, per riflettere sul ministero episcopale nell'oggi della Chiesa e del mondo. "Il Vescovo servitore del Vangelo di Gesù Cristo per la speranza del mondo": è questo il tema scelto per tale incontro, di grande importanza per tutta la Chiesa, e che vedrà confluire a Roma Vescovi di ogni continente.

Punto di riferimento principale dei lavori sinodali sarà il Concilio Ecumenico Vaticano II, che ha ampiamente illustrato l'ufficio pastorale dei Pastori nel Decreto Christus Dominus. L'insegnamento conciliare sarà riletto alla luce degli ultimi decenni e soprattutto nella prospettiva della nuova evangelizzazione, come del resto suggerisce il tema stesso. La parola evangelica "Duc in altum - Prendi il largo" (Lc 5,6), che ho proposto quale motto per l'inizio del nuovo millennio, si rivolge prima di tutto ai Vescovi, successori degli Apostoli, e li chiama a impegnarsi con fiducia in questa nuova stagione missionaria della Chiesa.

3. Per ciascuno di questi incontri e per l'intera vita della Comunità ecclesiale invochiamo la speciale assistenza di Maria Santissima, di cui ieri abbiamo celebrato la Natività. Quale Stella dell'evangelizzazione e Regina degli Apostoli, la Vergine Santa vegli su tutti i credenti e ottenga per ciascuno l'abbondanza dei doni dello Spirito Santo.


Dopo l’Angelus

Je vous salue avec joie, pèlerins de langue française. L’Évangile du jour nous invite à être disciples du Christ, à l'exemple de la Vierge Marie, dont nous avons fêté hier la naissance. Puissiez-vous, chers Amis, vous engager chaque jour à la suite du Sauveur ! Vous trouverez alors la joie profonde. Avec ma Bénédiction apostolique.

I extend a special greeting to the English-speaking pilgrims and visitors, especially to the group from Ireland. I commend your dear country to our Lady Queen of Peace. God bless you all!

Herzlich grüße ich euch, liebe Schwestern und Brüder aus den deutschsprachigen Ländern. Indem ich euch allen einen schönen Sonntag und erholsame Ferientage wünsche, erteile ich euch den Apostolischen Segen.

Doy mi bienvenida a los peregrinos de lengua española que participáis en el rezo del Angelus. Que esta oración sea un estímulo para proseguir en el camino de la esperanza. Firmemente enraizados en Cristo y sostenidos por las enseñanzas del Evangelio, sed siempre testigos del Amor y la Verdad. ¡Qué Dios os bendiga!

Saúdo cordialmente os peregrinos de língua portuguesa, com votos de que esta vinda a Roma vos confirme na fé e na necessidade de a transmitir aos outros, porque é dando a fé que ela se fortalece. A Santíssima Virgem guie maternalmente os vossos passos. Acompanho estes votos, com a minha Bênção Apostólica.

Rivolgo ora un cordiale benvenuto ai pellegrini di lingua italiana.

In particolare, saluto l'Associazione Amici del Parco regionale dei Castelli Romani ed i membri dell'Associazione Nazionale Carabinieri - Sezione di Castel Gandolfo, che recano con loro l'immagine della «Virgo Fidelis», celeste patrona della benemerita Arma del Carabinieri. Saluto il gruppo Scout «Albano due», i rappresentanti dell'AIDO di San Bonifacio e i fedeli venuti dalla Sardegna. Saluto, infine, le Suore Brigidine, qui convenute in occasione del novantesimo anniversario di fondazione del loro Istituto: auguro a ciascuna, specialmente alle nuove professe, di conformare costantemente la loro vita agli insegnamenti della Madre Fondatrice.

A tutti la mia Benedizione, con l'augurio di una buona Domenica.

 

© Copyright 2001 - Libreria Editrice Vaticana

 

top