The Holy See
back up
Search
riga

GIOVANNI PAOLO II 

ANGELUS

Domenica, 24 febbraio 2002

 

Carissimi Fratelli e Sorelle!

1. Oggi, seconda domenica di Quaresima, ci viene riproposto il racconto evangelico della trasfigurazione di Cristo. Prima di affrontare la passione e la croce, Ges¨ salý "su un alto monte" (Mt 17,1), identificato comunemente col Tabor, insieme con gli apostoli Pietro, Giacomo e Giovanni. Davanti a loro "fu trasfigurato": il suo volto e tutta la persona brillarono di luce.

L'odierna liturgia ci invita a seguire il Maestro sul Tabor, sul monte del silenzio e della contemplazione. E' quanto, insieme con i collaboratori della Curia Romana, ho avuto la grazia di fare questa settimana di "Esercizi spirituali", un'esperienza che raccomando a tutti, seppure in forme adattate alle diverse vocazioni e condizioni di vita. Specialmente nel tempo di Quaresima, Ŕ importante che le comunitÓ cristiane diventino autentiche scuole di preghiera (cfr Novo millennio ineunte, 33), dove ci si lasci "conquistare" dal mistero di luce e d'amore di Dio (cfr Fil 3,12).

2. Sul Tabor comprendiamo meglio che la via della croce e quella della gloria sono inseparabili. Accogliendo fino in fondo il disegno del Padre, in cui stava scritto che Egli avrebbe dovuto soffrire per entrare nella sua gloria (cfr Lc 24,26), Cristo sperimenta in anticipo la luce della risurrezione.

Anche noi, portando ogni giorno con fede ricolma di amore la croce, ne sperimentiamo, insieme con il peso e la durezza, la forza di rinnovamento e di consolazione. Con Ges¨, riceviamo questa luce interiore specialmente nella preghiera.

Quando il cuore Ŕ stato "conquistato" da Cristo la vita cambia. Le scelte pi¨ generose e, soprattutto, perseveranti sono frutto di profonda e prolungata unione con Dio nel silenzio orante.

3. Alla Vergine del silenzio, che ha saputo custodire la luce della fede anche nelle ore pi¨ buie, chiediamo la grazia di una Quaresima vivificata dalla preghiera. Maria ci illumini il cuore e ci aiuti ad aderire fedelmente in ogni circostanza ai disegni di Dio.


Dopo l’Angelus

Saluto con speciale affetto i giovani, molto numerosi, appartenenti alle comunitÓ neocatecumenali delle parrocchie e diocesi di tutta Italia. Carissimi, voi siete "in cammino" verso la Giornata Mondiale della Giovent¨, che avrÓ luogo a Toronto nel prossimo mese di luglio. Siete giovani in cammino con Cristo. Vi ringrazio perchÚ, con la vostra presenza, mi offrite l'occasione di rinnovare l'invito ai vostri coetanei italiani e degli altri Paesi del mondo, a prepararsi con cura a questo importante appuntamento. Sappiate rendere ragione in ogni circostanza, con umiltÓ e rispetto, della speranza che Ŕ in voi. Grazie per la visita e arrivederci a Toronto!

Sa˙do tambÚm aos brasileiros, leigos e religiosos, aqui presentes, com votos de paz e de concˇrdia em seus lares e Comunidades. Que Deus vos abenšoe!

Saluto in lingua slovena:

Prisrčno pozdravljam dijake in profesorje Škofijske gimnazije iz Vipave v Sloveniji. Naj vas to rimsko romanje utrdi v vašem krščanskem in humanističnem prizadevanju. Vam in vsem vašim domačim moj posebni Apostolski Blagoslov!

Traduzione del saluto in lingua slovena:

Saluto cordialmente gli alunni e i professori del Ginnasio Vescovile di Vipara in Slovenia. Questo pellegrinaggio a Roma rafforzi il vostro impegno cristiano e umanistico. A voi e a tutti i vostri famigliari la mia speciale Benedizione Apostolica.

Traduzione italiana del saluto in lingua polacca:

Saluto i pellegrini polacchi giunti da Piotrków Trybunalski e da Lódz, e i singoli pellegrini dalla Patria e dall'estero. Dio vi benedica tutti!

Saluto i pellegrini di lingua italiana, in particolare il Coro parrocchiale di Veggiano (Padova), il gruppo di fedeli di Chioggia e quelli provenienti da Catania, Adrano, Rosolini e Raddusa, accompagnati dai loro Parroci. Saluto anche gli alunni dell'Istituto Facchetti di Treviglio. Le memorie degli Apostoli e dei Martiri siano per ciascuno motivo di crescita nella fede e nella speranza.

A tutti auguro una buona domenica.

Al termine del dopo Angelus Giovanni Paolo II ha aggiunto:

Buona domenica e buona settimana.

Ed ancora dopo una lunga pausa:

Auguri, buona continuazione, arrivederci a Toronto.

 

 

ę Copyright 2002 - Libreria Editrice Vaticana

 

top