The Holy See
back up
Search
riga

GIOVANNI PAOLO II

ANGELUS

III Domenica di Avvento
14 dicembre 2003

 

1. "Rallegratevi nel Signore, sempre … Il Signore è vicino!" (Fil 4,4-5).

Con queste parole dell’apostolo Paolo la Liturgia ci invita alla gioia. E’ la terza domenica di Avvento, detta proprio per questo Domenica "Gaudete". Sono le parole con le quali il Servo di Dio, Papa Paolo VI, volle intitolare, nel 1975, la sua memorabile Esortazione apostolica sulla gioia cristiana, "Gaudete in Domino!".

2. L’Avvento è tempo di gioia, perché fa rivivere l’attesa dell’evento più lieto nella storia: la nascita del Figlio di Dio dalla Vergine Maria.

Sapere che Dio non è lontano, ma vicino, non indifferente, ma compassionevole, non estraneo, ma Padre misericordioso che ci segue amorevolmente nel rispetto della nostra libertà: tutto questo è motivo di una gioia profonda che le alterne vicende quotidiane non possono scalfire.

3. Caratteristica inconfondibile della gioia cristiana è che essa può convivere con la sofferenza, perché è tutta basata sull’amore. In effetti, il Signore che ci "è vicino", al punto da farsi uomo, viene ad infonderci la sua gioia, la gioia di amare. Solo così si capisce la serena letizia dei martiri anche in mezzo alle prove, o il sorriso dei santi della carità dinanzi a chi è nel dolore: un sorriso che non offende, ma consola.

"Rallegrati, o piena di grazia, il Signore è con te" (Lc 1,28). L’annuncio dell’Angelo a Maria è un invito alla gioia. Chiediamo alla Vergine Santa il dono della gioia cristiana.


Dopo l'Angelus

Saluto con affetto i bambini di Roma, venuti per la tradizionale benedizione dei "Bambinelli"; e ringrazio il Centro Oratori Romani, che organizza questa bella iniziativa. Cari bambini e ragazzi, quando metterete nel presepe la statuina di Gesù Bambino, dite una preghiera per me e per le tante persone che si rivolgono al Papa nelle loro difficoltà. Buon Natale a tutti!

Saludo cordialmente a los peregrinos de lengua española, especialmente a los fieles de las parroquias de San Pablo, Santa María y los Dolores de Murcia, y de La Merced de Madrid.¡Qué el Adviento prepare vuestros corazones al encuentro con Cristo! Muchas gracias.

Traduzione italiana del saluto in lingua polacca:

Saluto i pellegrini giunti dalla Polonia: la parrocchia della Sacra Famiglia da Zakopane e tutte le persone giunte individualmente. Auguro a tutti felici feste di Natale!

A tutti auguro una buona domenica.

 

 

© Copyright 2003 - Libreria Editrice Vaticana

 

top