The Holy See
back up
Search
riga

GIOVANNI PAOLO II

ANGELUS

Festa del Battesimo del Signore
Domenica, 11 gennaio 2004

 

1. Si celebra oggi la Festa del Battesimo del Signore. I Vangeli riferiscono che Gesù si recò da Giovanni Battista presso il fiume Giordano, e volle ricevere da lui il battesimo di penitenza. Ma subito dopo, mentre stava in preghiera, "scese su di lui lo Spirito Santo e vi fu una voce dal cielo: «Tu sei il mio figlio prediletto, in te mi sono compiaciuto»" (Lc 3,21-22).

E’ la prima manifestazione pubblica dell’c di Gesù, dopo l’adorazione dei Magi. Per questo la liturgia accosta il Battesimo all’Epifania, con un salto cronologico di circa trent’anni: quel Bambino, che i Magi adorarono quale Re messianico, lo vediamo oggi consacrato dal Padre nello Spirito Santo.

2. Nel battesimo al Giordano si delinea già chiaramente lo "stile" messianico di Gesù: Egli viene come "Agnello di Dio", per prendere su di sé e togliere il peccato del mondo (cfr Gv 1,29.36). Così il Battista lo indica ai discepoli (cfr Gv 1,36). Anche noi, che nel Natale abbiamo celebrato il grande evento dell’Incarnazione, siamo invitati a mantenere fisso lo sguardo su Gesù, volto umano di Dio e volto divino dell’uomo.

3. Maestra insuperabile di contemplazione è Maria Santissima. Se umanamente Ella dovette soffrire nel vedere Gesù lasciare Nazaret, dalla sua manifestazione ricevette nuova luce e forza per il pellegrinaggio della fede. Il Battesimo di Cristo costituisce il primo mistero della luce per Maria e per tutta la Chiesa. Possa esso illuminare il cammino di ogni cristiano!


Traduzione italiana del saluto pronunciato in lingua ucraina: 

Cristo è nato!
Saluto i pellegrini ucraini da Kyiv e Lviv e tutti i presenti sulla piazza San Pietro. Vi benedico di cuore nell'Anno Nuovo.
Cristo è nato!

Traduzione italiana del saluto pronunciato in lingua polacca: 

Saluto i pellegrini giunti dalla Polonia:  il complesso folcloristico Pilsko da Zywiec, le persone venute individualmente e coloro che si uniscono a noi tramite la radio e la televisione. Felice anno nuovo!

 

Saluto i pellegrini presenti, in particolare i fedeli provenienti dalle diocesi di Castellaneta e di Oria.

A tutti auguro una buona domenica.

 

© Copyright 2004 - Libreria Editrice Vaticana  

  

top