The Holy See
back up
Search
riga

GIOVANNI PAOLO II

REGINA CÆLI

Sesta Domenica di Pasqua, 16 maggio 2004

 

Rivolgo un cordiale saluto ai Cardinali, ai Vescovi, alle Autorità civili e a tutti i pellegrini convenuti per questa solenne celebrazione.

J’adresse une cordiale bienvenue aux pèlerins libanais venus pour la canonisation de Nimatullah Al-Hardini, saluant tout particulièrement Sa Béatitude le Patriarche Nasrallah Pierre Sfeir et Son Excellence le Général Émile Lahoud, Président de la République libanaise. Je souhaite que le nouveau saint intercède auprès de Dieu pour que ses compatriotes progressent sur les chemins de la paix et de la fraternité.

Traduzione italiana del saluto pronunciato in lingua francese:

[Rivolgo un cordiale benvenuto ai pellegrini libanesi, venuti per la canonizzazione di Nimatullah Al-Hardini, salutando in modo particolare Sua Beatitudine il Patriarca Nasrallah Pierre Sfeir e Sua Eccellenza il Generale Émile Lahoud, Presidente della Repubblica libanese. Auspico che questo nuovo santo interceda presso Dio affinché i suoi compatrioti avanzino sui cammini della pace e della fraternità.]

Saludo a los peregrinos de lengua española: al Señor Cardenal Arzobispo de Barcelona, a los Obispos, Sacerdotes y fieles venidos de España y de América, y muy especialmente a los Hijos de la Sagrada Familia y a las Misioneras Hijas de la Sagrada Familia de Nazaret, fundados por el nuevo Santo José Manyanet. ¡Que siguiendo su ejemplo, y con su intercesión, caminéis todos por la vía de la santidad, siguiendo el modelo del Hogar de Nazaret!

Traduzione italiana del saluto pronunciato in lingua spagnola:

[Saluto i pellegrini di lingua spagnola:  il Cardinale Arcivescovo di Barcellona, i Vescovi, i Sacerdoti, i fedeli giunti dalla Spagna e dall'America, e, in modo molto speciale, i Figli della Sacra Famiglia e le Missionarie Figlie della Sacra Famiglia di Nazareth, fondati dal nuovo Santo José Manyanet. Auspico che, seguendo il suo esempio, e con la sua intercessione, camminiate tutti lungo la via della santità, seguendo il modello della Casa di Nazareth!]

Saluto il Cardinale Arcivescovo di Milano e gli altri Presuli presenti, come pure la Delegazione del Governo italiano e tutte le Personalità intervenute. Saluto quanti sono venuti per onorare i nuovi Santi, in particolare i figli e le figlie spirituali di Don Orione, provenienti dall’Italia e da varie parti del mondo; i Rogazionisti e le Figlie del Divino Zelo; le Suore della Sacra Famiglia e la Congregazione della Sacra Famiglia di Bergamo, il pellegrinaggio diocesano di Milano.

Uno speciale pensiero va, infine, alla Polizia di Stato nella ricorrenza del suo anniversario, insieme con l’espressione di grato apprezzamento per il servizio reso generosamente all’ordine, alla sicurezza, alla tranquillità dei cittadini.

A tutti i presenti auguro che la testimonianza dei Santi sia per ciascuno stimolo e sostegno nel quotidiano servizio a Dio e al prossimo. Lo ottenga la Beata Vergine Maria, che i nuovi Santi venerarono con amore di figli e alla quale fiduciosi ci rivolgiamo.

Traduzione italiana del saluto pronunciato in lingua polacca:

[Saluto anche i pellegrini giunti dalla Polonia per la canonizzazione e gli altri gruppi, soprattutto la benemerita Confraternita "Bractwo Kurkowe".]

 

© Copyright 2004 - Libreria Editrice Vaticana   

 

top