The Holy See
back up
Search
riga

GIOVANNI PAOLO II

ANGELUS

Giornata Mondiale del Migrante e del Rifugiato
Domenica, 16 gennaio 2005

 

1. Si celebra oggi in tutta la Chiesa la "Giornata Mondiale del Migrante e del Rifugiato". Nel Messaggio per tale circostanza ho voluto sottolineare l’importanza dell’integrazione fra i popoli, che richiede un giusto equilibrio tra l’affermazione della propria identitą e il riconoscimento di quella altrui.

A tutti i migranti rivolgo il mio cordiale saluto, ed auguro che attraverso il dialogo crescano la simpatia e la comprensione tra le diverse culture.

2. Preceduta dall’importante Giornata per il dialogo ebraico-cristiano, inizierą dopodomani, 18 gennaio, l’annuale "Settimana di preghiera per l’Unitą dei cristiani", che quest’anno ha come tema: "Cristo, unico fondamento della Chiesa" (cfr 1 Cor 3,1-23).

Invito ogni comunitą a porre gesti significativi di incontro e di dialogo ecumenico e a implorare da Dio il dono della piena unitą di tutti i discepoli di Cristo.

3. Affidiamo a Maria Santissima questi importanti eventi ecclesiali. La sua materna intercessione aiuti i cristiani a formare un cuore solo e un’anima sola (cfr At 4,32) e tutti gli uomini a crescere nella solidarietą, per costruire un mondo di pace.


Dopo l'Angelus:

Traduzione italiana del saluto in lingua polacca: 

Saluto la banda dei Vigili del fuoco volontari di Mszana Dolna e tutti coloro che si uniscono a noi nella preghiera "Angelus Domini". Dio vi benedica

Saluto i pellegrini presenti, in particolare i fedeli della parrocchia dei Santi Eustachio e Antonio Abate in Montoro Superiore, venuti con la "Fiaccola della pace", che una staffetta podistica recherą da Roma al loro paese.

A tutti auguro una buona Domenica.

 

© Copyright 2005 - Libreria Editrice Vaticana

 
top