The Holy See
back up
Search
riga

HORA TERTIA NEL TRIGESIMO
DELL’ATTENTATO TERRORISTICO DELL’11 SETTEMBRE 2001

MONIZIONE DEL SANTO PADRE GIOVANNI PAOLO II

Giovedì, 11 ottobre 2001

 

Fratelli e sorelle,
cari Padri Sinodali,
ad un mese dagli inumani attacchi terroristici
compiuti in diverse parti degli Stati Uniti d'America,
raccomandiamo ancora una volta
all'eterna misericordia del Dio dei nostri Padri
le innumerevoli vittime innocenti.

Chiediamo consolazione e conforto
per i loro familiari e parenti,
prostrati dal dolore;
invochiamo forza e coraggio
per quanti continuano a prestare la loro opera
nei luoghi colpiti dalla terribile sciagura;
imploriamo tenacia e perseveranza
per tutti gli uomini di buona volontà
nel perseguire vie di giustizia e di pace.

Dal cuore dell'uomo il Signore sradichi
ogni traccia di astio, di inimicizia e di odio,
e lo renda disponibile alla riconciliazione,
alla solidarietà e alla pace.

Preghiamo perché ovunque nel mondo
possa instaurarsi la "civiltà dell'amore".

 

Dopo l’Inno, la Salmodia e la Lettura breve dell’Hora Tertia del giorno, un Padre sinodale, Exc.mus D.nus John Olorunfemi ONAIYEKAN, Archiepiscopus Abugensis (Abuja), Praeses Conferentiae Episcopalis (Nigeria) e un Delegato fraterno, Exc.tia Sua Peter FORSTER, Episcopus Chester (Magna Britannia), Delegato fraterno della Comunione Angelicana, hanno tenuto una breve Omelia.

Quindi, il Santo Padre ha introdotto le Intercessioni (la Preghiera dei Fedeli) con le seguenti parole:

In comunione con la Vergine Maria
rivolgiamo a Dio Padre
la nostra unanime preghiera
affinché per mezzo del Cristo suo Figlio
effonda nel cuore degli uomini
e su tutta la terra
lo Spirito consolatore, Signore che dà la vita.

 

Le Intercessioni sono stati letti da:

  • in inglese: S.E.R. Mons. Seán B.BRADY, Arcivescovo di Armach (Irlanda);

  • in francese: S.E.R. Mons. Michel-Marie Bernard CALVET, S.M., Arcivescovo di Nouméa (Nuova Caledonia);

  • in spagnolo: S.E.R. Mons. Roberto Octavio GONZÁLEZ NIEVES, O.F.M., Arcivescovo di San Juan de Puerto Rico (Porto Rico);

  • in arabo: S.E.R. Mons. Thomas MERAM, Arcivescovo d’Urmya dei Caldei (Iran);

  • in portoghese: S.E.R. Mons. Francisco VITI, Arcivescovo di Huambo (Angola);

  • in russo: S.E.R. Mons. Tadeusz KONDRUSIEWICZ, Arcivescovo titolare di Ippona Zárito e Amministratore Apostolico della Russia Europea Settentrionale dei Latini (Russia);

  • in tedesco: Mons. Alois KOTHGASSER, S.D.B., Vescovo di Innsbrück (Austria).

 

Dopo la recita del Pater noster e prima della Benedizione Apostolica, il Santo Padre ha pronunciato la seguente preghiera:

O Dio onnipotente e misericordioso,
non ti può comprendere chi semina la discordia,
non ti può accogliere chi ama la violenza:
guarda la nostra dolorosa condizione umana
provata da efferati atti di terrore e di morte,
conforta i tuoi figli e apri i nostri cuori alla speranza,
perché il nostro tempo
possa ancora conoscere giorni di serenità e di pace.

Per Cristo nostro Signore.

 

© Copyright 2001 - Libreria Editrice Vaticana

                          

top