The Holy See
back up
Search
riga

  ANNUNCIO DELLA MORTE
DEL CARDINALE DOMENICO TARDINI,
SEGRETARIO DI STATO DEL SANTO PADRE

PAROLE DEL PAPA GIOVANNI XXIII
 

Domenica, 30 luglio 1961

 

Cari figliuoli: una parola. Questa mattina, di buonissima ora, l'Angelo della morte è entrato nel Palazzo Apostolico e s'è portato con sé il Cardinale Segretario di Stato Domenico Tardini, che era l'aiuto più vicino e più forte del Papa nel governo della Santa Chiesa.

Pensate come il cuor Nostro sia afflitto; e quantunque confidiamo che la misericordia del Signore abbia già accolto nella sua pace quell'anima benedetta, sentiamo però il bisogno e il dovere di comunicare a voi questa ragione di mestizia; e di invitarvi ad unire la vostra prece alla Nostra : preghiera, poi, che tocca gli interessi del mondo intero.

Il Cardinale Segretario di Stato è il primo collaboratore del Papa nel governo della Chiesa universale. Preghiamo per lui.

Dal cielo, là dove la bontà del Signore lo ha associato, come amiamo sperare, agli Angeli e ai Santi suoi, egli pregherà per noi e per la Chiesa.

[A questo punto Sua Santità recita il « De profundis » in suffragio del Porporato, concludendo con la speciale Orazione « pro defuncto Presbytero Cardinale ».

Infine Egli stesso vuole dare il seguente annunzio:]

Mercoledì prossimo si faranno i funerali solenni qui nella Basilica di San Pietro, poiché, tra l'altro, il defunto e venerato Cardinale Segretario di Stato era Arciprete della stessa Basilica.

 

top