The Holy See
back up
Search
riga

PAOLO VI

ANGELUS DOMINI

Domenica, 15 marzo 1970  

         

Il nostro pensiero oggi va all’Università Cattolica del Sacro Cuore, alla quale anche Noi vi invitiamo a dedicare ricordo, preghiera, obolo.

Sono così richiamati alla nostra riflessione il concetto e la missione, in genere, d’una istituzione così singolare, così importante, così nobile, qual è una Università, la più alta ed attiva sede del pensiero umano, la più qualificata officina della ricerca speculativa e scientifica, la più fervida palestra delle idee antiche e nuove, e soprattutto la più esigente scuola di studio, cioè di passione per la verità, dove maestro ed alunno s’incontrano in eguagliante sapienza, e dove la vita d’una nazione traccia le vie dei suoi futuri destini. Noi rendiamo onore alla istituzione universitaria, per se stessa, e vogliamo augurare che le sue presenti inquietudini critiche assumano significato di aspirazione a più autentici valori umani e storici, e si risolvano in una sempre migliore efficienza culturale e pedagogica.

Ed è questo ideale di scuola superiore, che ogni Università cattolica, qui e nel mondo, si propone di realizzare, infondendogli quell’energia di luce e di amore, lo Spirito vivificante, che Cristo ci ha ottenuto e di cui ha fatto dispensatrice la Chiesa.

È un fatto straordinario di cultura e di fede l’Università cattolica, che interessa non solo il mondo accademico, ma tocca, per i suoi riflessi spirituali e civili, tutta la società, anche in quelle delle sue categorie, che non fanno dello studio specifica professione. Ci riferiamo ora a questa. Università italiana, quella Cattolica del Sacro Cuore, che Noi ben conosciamo e che siamo lieti di vedere attestata, tanto seriamente, anche in questa nostra Roma, con una moderna Facoltà di medicina. 

Ma tutti sanno: un’impresa simile, che vive di forze proprie, ha bisogno di sostegno solidale, di tutti, sia morale che economico; costa moltissimi sacrifici e impone gravissime spese. Per questo la raccomandiamo alla vostra preghiera e alla vostra generosità.

   

 
top